La Chiesa e il Convento di San Francesco dell’Incontro

976

Descrizione

La Chiesa e il Convento di San Francesco dell’Incontro furono costruiti per volontà di San Leonardo da Porto Maurizio, predicatore francescano.

San Leonardo dedicò tutta la sua vita alla diffusione del culto della Madonna e alla predicazione. La fama di grande predicatore lo portò a Firenze nel 1709, durante la sua permanenza era solito celebrare la Via Crucis nel periodo di Quaresima ed era seguito da una immensa folla di fedeli tra cui c’era anche il Granduca. “Desideroso di solitudine per rinnovare i suoi propositi ed aumentare la grazia e la carità verso Dio” San Leonardo edificò il Convento dell’Incontro come luogo di ritiro e dedicò la Chiesa alla Madonna.

Il Convento dell’Incontro, chiamato anche la Solitudine dell’Incontro, fu terminato nel 1717 e divenne fin da subito un punto di riferimento per la comunità rurale e della vicina Firenze soprattutto per la fama del suo fondatore.

Il termine Incontro ha un forte significato etimologico: in contro, cioè di fronte a Firenze, questo fa riferimento alla posizione geografica del Convento rispetto alla città. L’edificio è, infatti, situato su un colle alto 557 metri sul livello del mare da cui si gode il panorama sull’intera piana fiorentina. Ma la parola Incontro fa anche riferimento alla leggenda secondo la quale su questo colle si sono incontrati San Francesco e San Domenico, purtroppo non ci sono documenti che confermano questa ipotesi, resta però il forte richiamo del luogo all’incontro particolare con il divino.

La struttura è stata fortemente danneggiata durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale (inglesi e tedeschi scaricarono oltre 13.000 cannonate sul colle dell’Incontro) per questo motivo l’edificio visibile ad oggi è il risultato di una complessa opera di ristrutturazione e di rifacimento.

All’interno sono conservate molte opere d’arte come sette dipinti, collocati sopra l’alzata, che raffigurano alcuni miracoli compiuti da San Leonardo in vita o dopo la morte. Dalla sagrestia si accede alla suggestiva cappella in pietra dedicata a San Leonardo. La cappella fu costruita durante l’alto medioevo a fianco dell’antico fortilizio longobardo, che in origine dominava il colle dell’Incontro.

La Chiesa e il Convento sono, dall’ottobre del 2000, gestiti dall’Associazione Missionaria Onlus “Obiettivo Francesco” che ha reso di nuovo disponibile questo suggestivo luogo sia per l’accoglienza e le attività religiose che per manifestazioni socio-culturali e cerimonie, nel rispetto dello spirito originario di semplicità e spiritualità.

 

Le informazioni sul Convento di San Francesco dell’Incontro sono state tratte da: Maria Elisa Natali, San Leonardo e l’Incontro – “Una missione per il Paradiso”, Obiettivo Francesco Onlus.

 

Credits Foto Copertina: Instagramers Toscana.

Come arrivare

[mapsmarker marker=”9″]

  • Il Convento

    di San Francesco dell'Incontro

  • di San Francesco dell'Incontro

  • di San Francesco dell'Incontro

SHARE
La redazione del giornale eChianti.it