Quel tram (a Bagno a Ripoli) chiamato desiderio

38

Da stamani la linea 3 della tramvia, che collega la stazione all’ospedale di Careggi, è entrata ufficialmente in funzione e da agosto, col completamento dei lavori su via Roma, il capolinea Ataf del 23 tornerà alla Fonte. Ma Bagno a Ripoli aspetta anche altro…

Le parole scritte su Facebook dal sindaco Francesco Casini sono inequivocabili: “Da stamani all’alba la nuova linea T1 Leonardo arriva fino a Careggi. Adesso acceleriamo per portare la tramvia anche a Bagno a Ripoli e nell’area a sud di Firenze, che non possono restare fuori da un sistema di collegamenti veloce, efficiente, ecologico che è anche un’occasione di riqualificazione urbana!”.

L’obiettivo, insomma, è chiarissimo. Lavorare da subito perché la ramificazione della tramvia possa estendersi al più presto anche alla zona sud permettendo così di alleggerire il traffico anche su questa parte di città.

Un aiuto in tal senso, come detto, arriverà anche dalla nuova organizzazione delle linee Ataf. Contestualmente alla messa in esercizio della tramvia, infatti, a Bagno a Ripoli è tornato il 23 e da agosto, una volta ultimati i lavori alla fognatura di via Roma, il capolinea non sarà più nel centro del paese ma di nuovo nella piazza di Croce a Varliano.

Passo dopo passo, insomma, Bagno a Ripoli si avvicina sempre di più al centro di Firenze. Con la speranza di compiere al più presto l’ultimo, decisivo passo. Quel tram che, ancora, si chiama desiderio.

SHARE
Francesco Sangermano, nato a Firenze nel 1977 ma orgogliosamente cresciuto e vissuto sempre a Bagno a Ripoli. Grande appassionato di viaggi, di sport e di fotografia è giornalista professionista dal 2004. Prima della collaborazione con eChianti ha lavorato per il Corriere di Firenze, il Corriere di Lucca, Toscana Media News e l'Unità dove è stato vicecaposervizio della redazione toscana e uno dei responsabili dei social network per il sito unita.it.