Maioli 2.0, la pasticceria inizia una nuova vita (con più servizi) | FOTO

985

L’indirizzo resta lo stesso (via Roma 197, proprio nel cuore di Bagno a Ripoli) e anche il nome non muta “perché un marchio storico come questo va conservato nella sua tradizione e semplicità”.

Ma per tutto il resto la pasticceria Maioli, da oggi, inizia una nuova vita. A guidarla saranno due giovanissimi, Alessandro Morrocchi e Elidon Huti, già titolari da oltre 3 anni della Pasticceria “Dolce Morso” in via Lanza (proprio davanti al Ganzaroli) che ne hanno rilevato la licenza e hanno idee chiarissime e grandi progetti. “E’ stato quasi un caso – racconta Alessandro – Siamo passati ed abbiamo visto il locale vuoto, ma gli interni ci piacevano, la posizione secondo noi è molto interessante e ci siamo informati. Abbiamo trovato la licenza in vendita e… eccoci qua!”. A guidare tutta la lavorazione, per entrambi i punti vendita, sarà Elidon aiutato da altri due pasticceri. Dietro al bancone, invece, ci saranno Alessandro e altri due collaboratori “sperando – confida – che presto possa servire magari una quarta persona…”.

Anche perché il “Maioli 2.0” amplia decisamente la gamma dei servizi offerti con un orario di apertura 6-20 dal martedi al sabato e 7-13 la domenica (giorno di riposo il lunedì): “Inizieremo con le colazioni – spiegano – ma proseguiremo offrendo primi e secondi a pranzo, quindi la merenda e nel tardo pomeriggio anche l’aperitivo”. Che, a giudicare da quello offerto in occasione dell’inaugurazione (salumi, formaggi, tramezzini, primi caldi, vini e prosecchi), potrebbe diventare davvero un nuovo “must” per i ripolesi e non solo!

Ecco alcune foto del rinnovato locale in occasione dell’inaugurazione!

SHARE
Francesco Sangermano, nato a Firenze nel 1977 ma orgogliosamente cresciuto e vissuto sempre a Bagno a Ripoli. Grande appassionato di viaggi, di sport e di fotografia è giornalista professionista dal 2004. Prima della collaborazione con eChianti ha lavorato per il Corriere di Firenze, il Corriere di Lucca, Toscana Media News e l'Unità dove è stato vicecaposervizio della redazione toscana e uno dei responsabili dei social network per il sito unita.it.