“La musica si fa ancella”, serata speciale per Il Cuore si Scioglie

48

Un secondo appuntamento emozionante per la stagione concertistica di primavera degli Amici di Vicchio di Rimaggio.

Dislocati ai lati della navata nell’antica Pieve di S. Maria Assunta di Antella, i diciotto cantori del magnifico Insieme Vocale Vox Cordis diretti dallo straordinario direttore Lorenzo Donati, venerdì scorso, per il secondo appuntamento della Stagione di Primavera degli Amici di Vicchio di Rimaggio, hanno aperto la serata intitolata “La musica si fa  ancella”, letteralmente immergendo il pubblico nella vibrazione di un suono proveniente da ogni direzione, con una toccante e meravigliosa esecuzione di Sicut Cervus – Sitivit anima mea (4 voci) di Giovanni Pierluigi da Palestrina.

La prima parte della locandina, interamente dedicata al repertorio sacro, proseguiva con Ave Regina caelorum (2 cori) di Tomas Luis de Victoria, anch’esso proposto con la coinvolgente formula della circolarità acustico-spaziale. Seguiva, nella tradizionale disposizione frontale, Cantate Domino (6 voci) di Claudio Monteverdi e, ancora Kyrie dalla Missa brevis (5 voci) di Dietrich Buxtehude, Timor et Tremor (4/6 voci) di Francis Poulenc, per chiudere, (nuovamente con la disposizione iniziale) con l’affascinante Sicut cervus (4 cori), composto dallo stesso Lorenzo Donati nella prospettiva di una concezione ciclica del programma e in un gioco di rimandi significativi.

Bellezza e morbidezza del suono dell’ensemble,  perfezione dell’intonazione, profondità e rigore interpretativi erano le cifre distintive di quella prima mezz’ora di musica in grado realmente di elevare l’uditorio a concepire significati ed emozioni di celestiale purezza. La seconda parte del programma  si rivelava altrettanto appassionante e seducente ed offriva un catalogo profano di matrice madrigalistica, comprendente Luca Marenzio (Dissi a l‘amata mia), Gesualdo da Venosa (S‘io non miro non moro), Claudio Monteverdi (Ecco mormorar l’onde), nonché i contemporanei Morten Lauridsen (Ov‘è, lass’ il bel viso?) e Lorenzo Donati (Travestimento quarto).

Gli spettatori, davvero raggianti e rapiti, riservavano al complesso una sentita standing ovation, generosamente ricompensata con altri due brani fuori programma.

Con questo concerto, anche nell’edizione 2017, l’Associazione Amici di Vicchio di Rimaggio, attraverso il parternariato con Unicoop-Firenze, Sezione Soci di Bagno a Ripoli,  ha rinnovato il sodalizio con la Fondazione Il cuore si scioglie , dedicandole la serata, per divulgarne le attività e per la raccolta di libere offerte a favore dei suoi progetti di solidarietà. A presentare le virtuose iniziative sociali, centrate questa volta proprio sul territorio di Bagno a Ripoli, erano i rappresentanti della Fondazione Il cuore si scioglie e Antonio Fraghì, presidente della Sezione soci Unicoop di Bagno a Ripoli.

Goffredo Altisani