Ditta Mazzi, una storia di tradizione artigiana lunga cinque generazioni | FOTO

465

Cinque generazioni. Dalla bottega di inizio secolo in Via Gioberti, di padre in figli, la Ditta Arturo Mazzi e F. è diventata una realtà aziendale consolidata nella produzione e vendita di generatori di vapore. A Bagno a Ripoli dagli anni Sessanta, oggi è condotta da Alessandra Mazzi e da suo figlio Stefano.

È nel 1910 che Arturo Mazzi, il bisononno di Alessandra, decide di aprire la sua prima bottega artigianale. In Via Gioberti, a Firenze, inizia a realizzare recipienti in rame e in ferro per poi passare alle prime lavatrici e autoclavi e specializzarsi in generatori di vapore adatti a tintorie e lavanderie. Scomparso Arturo, nel 1937, la ditta passa al figlio Fernando e nel 1945, ventenne, entra Ugo, il babbo di Alessandra.

Nel corso degli anni la bottega si trasforma in azienda, cresce e si fa strada sul mercato. Ma nel 1966, durante l’alluvione di Firenze, ormai ben avviata, salta in aria a seguito dell’esplosione di un deposito di idrocarburi adiacente. Ugo Mazzi decide di ripartire e trasferisce tutto a Ponte a Ema, nel Comune di Bagno a Ripoli.

“Io sono entata nel 1974 – racconta Alessandra – Il babbo morì quell’anno a seguito di un intervento chirurgico a Houston, in America. Giovanissima, decisi di mandare avanti l’azienda di famiglia, supportata da mamma Tea“.

“Essere una donna in un ambiente così, in un mondo di uomini, non è stato facile – continua Alessandra – specialmente all’inizio. Poi, grazie anche all’aiuto dei dipendenti, ho imparato il mestiere. Io volevo fare la hostess ma ora vedere che il nome dell’azienda è rimasto e Stefano continua con passione, mi fa piacere”.

Traslocata all’Antella nel 2005 (prima in Via Torricella, poi in Via Pertini) la Ditta Arturo Mazzi e F. è una realtà aziendale consolidata. Riconosciuta a livello nazionale e internazionale, di anno in anno ha messo in mostra i suoi prodotti nelle fiere di Milano, Parma, Rimini, Verona e Barcellona.

“La tecnologia italiana – dicono madre e figlio – in questo settore è molto apprezzata. Possiamo contare su rivenditori in tutta Europa e abbiamo portato caldaie in diversi paesi del mondo, anche in Madagascar e in Iraq”.

Con una gamma di generatori di vapore da 20 a 2000 kg/h di potenzialità, la Ditta Arturo Mazzi e F. fornisce il vapore ai più svariati settori: dalle lavanderie alle stirerie, dai birrifici ai pastifici e ai caseifici. Vapore per sterilizzare, per cuocere e per moltissimi altri usi.

“Con oltre cento anni di storia – dice Stefano, in azienda dal 2004 – siamo una delle poche realtà di piccole dimensioni presenti nel settore. La motivazione più grande è di continuare l’attività di famiglia, a volte è proprio quella la spinta che ti manda avanti”.