Nuove strategie per un turismo sostenibile

28

Quali le opportunità di viluppo per un turismo sotenibile? Se ne è parlato a Bagno a Ripoli presso l’Antico Spedale del Bigallo.

La nostra regione è sicuramente una delle mete più ambite, il luogo che tutti vorrebbero visitare. I grandi numeri delle presenze turistiche in toscana stanno assumendo una rilevanza economicamente importante, ma esiste anche l’altra faccia della medaglia.

“Se questa pressione delle presenze turistiche non viene articolata, compresa strutturata e regolamentata ” – dichiara Stefano Ciuoffo assessore al turismo Regione Toscana – “noi rischiamo di trovarci un’altra Toscana. Rischiamo di trovare gli effetti non sostenibile della pressione turistica sulle nostre comunità locali”

Sostenibilità significa spostare i flussi turistici anche nei territori della Toscana meno conosciuta e meno raccontata, un nuovo prodotto turistico per valorizzare l’immagine della nostra regione nel mondo.

“La prima cinta collinare della città di Firenze, sono territori di particolare pregio, ambientale, storico culturale” – dichiara Francesco Casini sindaco di Bagno a Ripoli – “e le amministrazioni comunali i territori hanno l’obbiettivo di unirsi, di mettersi insieme e di gestire in modo associato questo segmento così importante dell’economia locale quale è il turismo”

Non solo paesaggio e gastronomia ma anche un turismo diverso legato allo sport.

“Il turismo sportivo è sicuramente un tirismo di persone che rispettano l’ambiente” – dichiara Francesca Cellini assessore alla Comunicazione del Comune di Bagno a Ripoli – “perché lo devono vivere o di corsa o sulla loro bicicletta, ed è un modo diverso anche per far conoscere quello che è il nostro territorio”