EcoMarathon 2018: paesaggi, arte e cultura | VIDEO

180

Oltre 500 i runner provenienti da tutta Italia che hanno partecipato alla seconda edizione dell’EcoMarathon di Bagno a Ripoli, 2 belle giornate di sport sulle colline che circondano Firenze.

“Un percorso emozionante, un panorama bellissimo dalle colline affacciate su Firenze, un’organizzazione che non lascia niente al caso e un’accoglienza ottima” – dice il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini – “Ci sono tutti i presupposti perché l’EcoMarathon diventi sempre più un riferimento a livello nazionale per gli amanti del trail.”

Strade bianche, Sentieri nel bosco, distese di vigne,  3 percorsi  affascinanti e pieni di storia che hanno impegnato gli atleti fino all’ultimo chilometro. Le due giornate di sport sono iniziate già il sabato con una passeggiata ludico motoria di 6 km che ha fatto tappa anche al Ninfeo di Villa Vecchietti, luogo dal fascino misterioso,  dove i partecipanti grazie alla visita guidata hanno potuto scoprire le leggende che rincorrono questo luogo magico.

“Uno scenario spettacolare, che consentirà ai partecipanti di tenersi in forma” – dice l’assessore allo sport Enrico Minelli – “ammirando un panorama mozzafiato e condividendo i valori positivi dello sport”.

Un evento quello dell’Ecomarathon che si propone di diventare punto di riferimento a livello nazionale per tutti gli amanti del trail.

“Tutti i partecipanti sono molto contenti del nostro percorso” – dice Grazia Nardini, presidente del Gruppo Sportivo Fratellanza Popolare di Grassina – “si è rinnovato il successo dello scorso anno e vi aspettiamo tutti alla terza edizione quella del 2019. “

“Il nostro obiettivo  è far conoscere il territorio di Bagno a Ripoli a sempre più persone e valorizzarlo tanto da un punto di vista naturalistico e culturale quanto da quello delle tante realtà produttiveche vi operano” – dice Elena Aiazzi di eChianti.it – “ci proponiamo per l’edizione 2019 di riuscire a richiamare ancora più persone soprattutto da fuori regione”.