Torna la stagione musicale di primavera degli Amici di Vicchio di Rimaggio

108

Al via a Bagno a Ripoli, Musica da camera in San Lorenzo a Vicchio di Rimaggio, la Stagione di Primavera presentata dall’Associazione Amici di Vicchio di Rimaggio, quest’anno alla sua 18°a edizione.

Nella suggestiva chiesetta duecentesca di San Lorenzo, il ciclo di quattro serate (alle ore 21) si apre venerdì 10 maggio con il duo violoncello e pianoforte formato dall’affermato violoncellista tedesco Frieder Berthold, al fianco della giovane pianista emergente Margherita Santi con il grande repertorio di Beethoven, Schubert e Brahms.
Il 17 maggio l’atteso ritorno del noto duo toscano Miriam SadunSilvano Mazzoni, presenta un interessante programma di raro ascolto per violino e chitarra, dedicato a Paganini, Boutros, Liderman e Ibert.
Il 31 maggio il cartellone propone musiche di Mozart, Wolf e Brahms con uno dei prestigiosi complessi cameristici nazionali di tradizione, Il Quartetto di Venezia.
Infine, il 14 giugno, la chiusura primaverile è affidata all’appuntamento con “I GRANDI GIOVANI”: l’entusiasmante trio formato dalla violinista sarzanese Sara Pastine, dalla violoncellista tedesca Natania Hoffman e dalla pianista fiorentina Giulia Contaldo, impegnate in una locandina intitolata a Brahms e Janàček.
L’Associazione Amici di Vicchio di Rimaggio propone per il 2019 la diciottesima edizione della propria attività, con la collaudata formula di due brevi cicli musicali di grande qualità – la Stagione di primavera e la Stagione d’autunno nella splendida chiesetta duecentesca di S. Lorenzo (XIII sec.) a Bagno a Ripoli – Firenze.

La Stagione di primavera, con i suoi 4 appuntamenti, si svolge da venerdì 10 maggio a venerdì 14 giugno.

Nella Chiesa di S. Lorenzo, l’apertura della Stagione di Primavera, venerdì 10 maggio, vede protagonista il duo formato dall’affermato violoncellista tedesco Frieder Berthold e dalla giovane pianista emergente veronese Margherita Santi. La serata presenta due capisaldi del repertorio per violoncello e pianoforte, la Sonata n. 2 in sol minore op. 5 n. 2 e la Sonata n. 1 in mi minore op. 38 . Completa il programma la meravigliosa trascrizione per pianoforte solo a cura di Franz Liszt del Lied Gretchen am Spinnrade di Schubert. La composizione del musicista di Bonn, scritta nel 1796 per Jean-Luis Duport e Federico Guglielmo II di Prussia, segna un punto di non ritorno grazie alla sua avveniristica concezione di un nuovo rapporto paritario fra i due strumenti. Settanta anni più tardi, Brahms dà alla luce l’op. 38 che dispone con sguardo quasi retrospettivo vari riferimenti motivici o strutturali alla tradizione del passato (non solo Beethoven, ma anche Schubert e Bach).
Venerdì 17 maggio è in calendario l’atteso ritorno del noto duo toscano violino e chitarra di Miriam Sadun e Silvano Mazzoni. Il loro programma presenta una panoramica di brani (tutti originali per la formazione violino e chitarra) equamente divisa tra Ottocento e Novecento. Nella prima parte vengono proposte tre composizioni di Paganini, diversissime tra loro dal punto di vista stilistico e formale, tra cui anche una insolita composizione a programma: il Duetto Amoroso. La seconda parte presenta Amasia, un lavoro di grande suggestione del compositore vivente franco-armeno Laurent Boutros, sette splendide Melodie sefardite elaborate su antichi temi ispano-ebraici dal compositore argentino Jorge Liderman e si conclude infine con il celeberrimo (e brillante) Entr’Acte di Jaques Ibert.

L’appuntamento di venerdì 31 maggio vede protagonista uno dei migliori complessi della tradizione cameristica italiana, il prestigioso Quartetto di Venezia (i violinisti Andrea Vio e Alberto Battiston, il violista Mario Paladin e il violoncellista Angelo Zanin). Il gruppo propone un’affascinante locandina comprendente il famoso Quartetto in si b maggiore K 458 La caccia di Wolfgang Amadeus Mozart e la Serenata italiana in sol maggiore di Hugo Wolf, che al di fuori della produzione liederistica, costituisce uno dei i pochi lavori cameristici dell’autore, tra l’altro con un tema che richiama inequivocabilmente il coevo Lied Der Soldat dello stesso Wolf. Conclude la locandina il Quartetto n. 2 in la minore op. 51 n. 2 di Johannes Brahms, prodotto ormai maturo di un autore che dopo i due sestetti (op. 18 e op.36) si sentiva finalmente pronto ad affrontare il genere cameristico più ambizioso, confessando agli amici che «la difficoltà principale non sta nel comporre ma nel far cadere sotto il tavolo le note superflue».

A chiudere il cartellone primaverile, venerdì 14 giugno è lo spazio “I GRANDI GIOVANI” riservato all’entusiasmante trio formato dalla violinista sarzanese Sara Pastine, dalla violoncellista tedesca Natania Hoffman e dalla pianista fiorentina Giulia Contaldo, impegnate in una locandina intitolata a Johannes Brahms e Leós Janàček. Di Brahms compare in programma la Sonata n. 2 in la maggiore op. 100 e il Trio n. 3 in do minore op.101, opere concepite dall’autore di Amburgo durante il soggiorno estivo del 1886 presso il lago di Thun in Svizzera. Del musicista cèco il Duo Pastine-Contaldo presenta la Sonata n. 3 che anche nell’oscillazione travagliata tra differenti stati d’animo – aggressività e introversione, ansia e speranza – risente in modo evidente dei contraccolpi, emotivi e psicologici, degli anni della Prima guerra mondiale, dallo scoppio (26 luglio 1914) alla disgregazione dell’Impero austro-ungarico, seguita dalla liberazione dei popoli cèco e slovacco.

Ingresso libero e responsabile – ore 21.00
Chiesa di S. Lorenzo a Vicchio di Rimaggio, via Vicchio e Paterno – Bagno a Ripoli

È possibile sostenere l’iniziativa divenendo soci dell’Associazione Amici di Vicchio di Rimaggio, contattando il 349 2384256

Segui gli Amici di Vicchio di Rimaggio sulla loro pagina FB

La stagione musicale è patrocinata dal Comune di Bagno a Ripoli

Concorrono al sostegno dell’iniziativa:
Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze
Banca di Credito Cooperativo di Pontassieve – Agenzia di Bagno a Ripoli
Unicoop Firenze – Sezione Soci Bagno a Ripoli
Publiacqua
Ditta Bussotti e Fabbrini – Firenze
Rete Toscana Classica
Generali Assicurazioni – Firenze (V. del Pollaiolo, 111c)
Eugenio Calzature
Villa La Torricella – Bagno a Ripoli
Le Quattro Contrade – Ristorante – Bagno a Ripoli