Olocausto, il ricordo del liceo Gobetti – Volta

16

Ancora una volta la scuola dimostra di essere la base di partenza per un futuro migliore, nel giorno della memoria una bella rappresentazione in ricordo del 27 Gennaio del 1945

“Quando con la liberazione di Auschwitz” – racconta Francesco Casini, sindaco di Bagno a Ripoli – “tutto il mondo si rese conto di quello che era accaduto, di quella tragedia della nostra umanità che è stato l’Olocausto”

Con pochi e semplici gesti gli alunni del liceo Gobetti  Volta di Bagno a Ripoli hanno restituito il vissuto dei loro coetanei di 72 anni fa.

“Che non diventi mai ritualità” – racconta Clara Pistolesi, dirigente scolastico liceo Gobetti – Volta Bagno a Ripoli – “che sia sempre un momento di ricordo che serva appunto a costruire un futuro migliore, ma che sia sentito”

Il  coinvolgimento e la coscienza dei più giovani sono lo strumento principale per sconfiggere l’indifferenza.

“Perché è da qui” – prosegue Francesco Casini – “che si costruisce la comunità del domani, è qui che si costruiscono gli uomini e le donne del futuro”