Matrimoni fuori dal Comune? Bagno a Ripoli cerca nuove location per il giorno del grande “sì”

73

Al via nei prossimi giorni la manifestazione di interesse per ampliare l’offerta dei luoghi a disposizione per nozze, convegni, seminari e attività istituzionali

Un matrimonio fuori dal Comune? A Bagno a Ripoli cresce questa opportunità. L’amministrazione comunale sta cercando nuove location per ospitare il giorno del fatidico “sì” ma anche convegni e seminari. Nei prossimi giorni le strutture interessate potranno presentare la propria candidatura sul sito della rete civica (www.comune.bagno-a-ripoli.fi.it).

La manifestazione d’interesse è rivolta ai proprietari di immobili di pregio storico e paesaggistico, agriturismi, strutture ricettive e ristoranti presenti sul territorio comunale, intenzionati a concedere e a garantire all’amministrazione servizi e spazi adeguati allo svolgimento delle seguenti funzioni: celebrazione di matrimoni civili, convegni e seminari, attività istituzionali e di rappresentanza (compresi servizi di ristorazione e ospitalità). Il tutto attraverso forme di convenzione della durata di almeno 3 anni.

L’amministrazione, per celebrare i matrimoni, oltre alle sedi comunali del Palazzo municipale, dell’Oratorio di Santa Caterina e dell’Antico Spedale del Bigallo, al momento mette a disposizione sette strutture private convenzionate.

“Con questa manifestazione di interesse – commenta il sindaco Francesco Casini – amplieremo l’offerta delle location, daremo nuove opportunità di sposarsi in alcuni dei luoghi più belli e suggestivi del territorio alle coppie ripolesi, ma anche straniere e provenienti da fuori comune che decidono di celebrare qui il loro matrimonio. E forniremo uno strumento in più alle strutture turistico-ricettive per la loro promozione e valorizzazione con una strategia condivisa e trasparente tra pubblico e privato”.