La diversità diventa arte

35

L’Associazione culturale Centro di Teatro Internazionale – C.T.I. (affiliata TAI) opera a Firenze dal 1994.

La scuola teatrale del C.T.I. è caratterizzata dal particolare metodo pedagogico della scuola teatrale russa. Il lavoro si distingue per l’approfondito studio psicologico e l’uso delle tecniche delle scuole teatrali internazionali, grazie anche ai seminari di maestri di fama internazionale.
Il C.T.I. ha tenuto nel periodo 1999-2003 un corso di formazione professionale per ATTORE DI PROSA con il rilascio di un diploma riconosciuto dalla Regione Toscana .
Con la Regione Toscana sono stati effettuati i Progetti:
1. “Grandi maestri per piccoli teatri”
2. “Teatro nuovo alle nuove generazioni”
3. “Teatro in carcere”.
Il C.T.I. gestisce corsi teatrali per bambini e insegnanti negli Istituti scolastici, e per detenuti all’interno delle carceri:
a. 1998-2006 – carcere “Il Pozzale” di Empoli (vince nel 2000 il “Premio E.M.Salerno” per il Teatro in Carcere);
b. dal 2003  carcere “M.Gozzini” di Firenze dove ha realizzato numerosi spettacoli di vario genere e in questa stagione ha partecipato alla 1° Rassegna Nazionale del Teatro in carcere “Destini incrociati” (giugno ‘12).
Il repertorio del C.T.I. è formato da testi di vari autori provenienti da paesi diversi (attualmente disponibili 35 rappresentazioni).
Durante il periodo 1994-2017 sono stati messi in scena più di 90 spettacoli di ogni genere.
Sin dalla sua costituzione, il C.T.I. ha una convenzione con il “Centro Giovani – Gavinuppia” del Q3 nel quale lavora affittando annualmente lo spazio della palestra. Con Gavinuppia ha instaurato un rapporto collaborativo basato anche sulle attività di volontariato.
Dalla stagione 2003/2004 il C.T.I. gestisce il cartellone del Teatro “La Fonte” di Bagno a Ripoli che riscontra un successo riconosciuto dal pubblico. Ogni spettacolo prodotto dal C.T.I. viene replicato in vari spazi teatrali, a Firenze, in Toscana, all’estero.
La compagnia professionale “Amarenateatro” nasce nel 2011 per rispondere alle esigenze di evoluzione dell’esperienza di un gruppo di artisti e tecnici del CTI, uniti dalla volontà di produrre teatro di qualità, attraverso la creazione e la ricerca di nuove forme teatrali in un’estrema libertà di scelte artistiche.
Inoltre il CTI ha seguito numerosi progetti formativi di teatro, con particolare attenzione al disagio fisico, psichico e socio-culturale, nelle scuole primarie, medie e superiori di Firenze e progetti per malati psichiatrici.

Missione
Il C.T.I. è un centro di didattica, formazione, produzione e distribuzione, con la caratteristica principale di far conciliare gli insegnamenti derivanti dalle scuole di teatro internazionale. Nel corso della sua attività ha dato un notevole impulso allo sviluppo dei rapporti culturali internazionali, collaborando con enti, organizzando corsi teatrali, mettendo in scena diversi spettacoli e partecipando a numerosi Festival Nazionali ed Internazionali e rassegne.
La formazione degli attori della scuola del C.T.I. è costante come la partecipazione agli spettacoli in ogni loro fase creativa. Questo traspare negli spettacoli che si caratterizzano per la forte visione d’ensemble e il linguaggio diretto ad un pubblico il più ampio possibile, sia per età sia per nazionalità.
Il C.T.I. svolge attività di ricerca e sperimentazione di linguaggi innovativi nel settore dello spettacolo, favorendo il ricambio generazionale e l’utilizzo dei linguaggi come strumenti di socializzazione e recupero del disagio giovanile.
La pedagogia teatrale contemporanea affronta i problemi dell’educazione da presupposti dettati direttamente dai cambiamenti stessi della vita sociale (l’aumento vertiginoso dell’informazione, l’alta tecnologia, i tempi sempre più frettolosi, lo stress, la vita di ogni giorno più lontana dalla natura ecc.).
Il teatro è un veicolo fondamentale di comprensione emotiva: riesce a comunicare sentimenti e reale comprensione (com-prendere, prendere dentro di sé). Mettere in scena questi lavori, studiare la documentazione che serve a svilupparli, interiorizzare i temi svolti con testa e corpo e con le proprie emozioni reali, crea negli interpreti una totale aderenza non solo al lavoro rappresentato, ma ai principi e ai valori che lo hanno generato. Si ritiene che questo sia il vero messaggio di una società civile nei confronti delle nuove generazioni: credere, dare valore alle proprie azioni pensando che, nel futuro, altri beneficino della nostra attenzione e del nostro “amore”.

Oggi più che mai le istituzioni rivestono un ruolo fondamentale nella formazione dei giovani e nella loro capacità di acquisire una coscienza civile, una cultura di pace, di tolleranza e di rispetto per gli altri. Esplicitamente il CTI ha scelto di fare teatro lavorando con i ragazzi per aiutarli, per quanto possibile, a diventare uomini e donne in grado di affrontare con intelligenza, amore, curiosità e senso critico la vita futura.

La struttura sociale del C.T.I. è organizzata stabilmente con attori, registi e tecnici di livello e possiede mezzi tecnici adeguati per garantire i risultati prefissati e i programmi descritti.

Il CTI è contattabile attraverso più canali: 055-418084; 347-5572347; un blog, http://amarenateatro.wordpress.com un sito, http://www.centroteatro.it; facebbok: Amici del CTI o un indirizzo e-mail, centroteatro@alice.it