Karaterzaetà alla ribalta nazionale

247

Il karate per gli over 60 lanciato all’Antella diventa un programma della FIK (Federazione Italiana Karate). Il progetto socio medico sportivo nato e cresciuto nei comuni di Bagno a Ripoli e di Greve in Chianti ha preso forma nazionale e sono partiti i corsi per istruttori di Karaterzaetà in tutta Italia.

Il karate è una disciplina che si pratica tutta la vita e in forma adattata è accessibile anche a chi ha superato i sessant’anni. Con questa prerogativa nasce, due anni fa, il primo corso di Karaterzetà.

L’idea iniziale è del maestro Marco Diani che cerca allenamenti ed esercizi per permettere al padre di migliorare le funzioni motorie. Visti i buoni risultati e grazie all’aiuto del maestro Michele Romano della palestra Tzubame Dojo di Greve in Chianti e alla collaborazione del medico geriatra Luca Nannetti della Misericordia dell’Antella, nel 2016 prende il via il primo corso di karate rivolto agli ultrassesantenni nella palestra della Scuola Santa Maria all’Antella.

È subito un successo: uomini e donne in età avanzata, incuriositi, provano la disciplina e ottengono benefici. Karaterzaetà, infatti, permette agli anziani di ritrovare l’elasticità muscolare, la salute e l’equilibrio psichico.

Nasce un secondo corso a Greve in Chianti e l’attività inizia ad essere conosciuta anche oltre i confini del territorio fiorentino. Arrivano un video di Unicoop, già a sostegno del progetto, articoli sui giornali e un servizio della RAI interamente dedicato a Karaterzaetà.

Nel luglio scorso il responsabile FIK Fabio Tomei incontra Marco Diani, Michele RomanoLuca Nannetti (referente unico per i medici che seguiranno gli allievi a livello nazionale) e Giuditta Serni (esperta in agopuntura) e a Istrana (Treviso) nasce il primo corso di formazione tecnici Karaterzaetà del centro nazionale di formazione e ricerca della FIK. Sabato 20 e domenica 21 ottobre il maestro Marco Diani sarà a Roma per tenere il corso nazionale per istruttori Karaterzaetà per il Centro Sud.