“Tegulariae”, le antiche vie delle fornaci lungo l’Ema ed il Grassina | VIDEO

46

Tegulariae” è il tutolo del nuovo libro di Massimo Casprini, un racconto che si sviluppa lungo la valle dell’Ema da Capannucci fino Ponte a Ema, dove in antichità era attiva una ricca produzione di monufatti in terracotta.

Tegulaia è l’antico nome di Grassina” – racconta Mssimo Casprini, autore del libro. “e questo libro racconta la storia delle fornaci che in antichità si sviluppavano su tutta la valle che va da Capannuccia a Ponte a Ema. Il libro è arricchito anche da una ricerca storica su una serie di piccole osterie e bettole che si trovavano sullo stesso percorso. Nelle stesse osterie veniva preparato anche il  Peposo alla Fornacina, piatto povero della tradizione toscana che consiste nella cottura di carne in contenitori di terracotta.”

Un racconto affascninante che illustra come in antichita gli argini dell’Ema erano ricchi di cave, tutto intorno moltissimi boschi e tanto legname per accendere i forni,  oltre and una ricchezza d’acqua incredibile.

“Un ambiente particolarmente felice con depositi di limo che facilitava la produzione dei mattoni” – racconta Renato Stopani, direttore Centro Studi Chiantigiani – “inoltre dobbiamo ricordare la vicinanza a Firenze, da dove arrivava una forte richiesta di mattoni per costruire.”

Un libro il quarto edito da eChianti, che nasce proprio dalla richiesta degli stessi abitanti di Grassina, attori principali di antiche storie legate da sempre alle attività di questo territorio a sud di firenze.

“L’obiettivo di eChianti” – racconta Gian Domenico Volpi, promotore del portale eChianti –  “è da sempre quello di promuovere questo territorio sottolineandone i valori, le bellezze artistiche e naturalistiche e la storia. Questo è il nostro quarto libro, e non sarà l’ultimo”

“I libri di Massimo sono sempre molto richiesti nel nostro territorio” – racconta Tania Borrani, Libri e Giornali di Grassina – “e parlando con lui gli abbiamo chiesto di scrivere un libro su Grassina appunto. Lui ci ha ascoltati regalandoci questo racconto che illustra una antica storia di Grassina, ancora precedente a quella delle lavandaie.”

Il libro è stato presentato in anteprima peresso la Casa del Popolo di Grassina, tra gli altri presenti il sindaco di Bango a Ripoli Francesco Casini e l’assessora alla cultura Annalisa Massari.

“Si tratta di un libro che racconta una fase storica importante di Grassina” racconta Massari – “in maniera affascinante divertente oltre che documentata ed esatta dal punto di vista scientifico”

Il racconto “Tegulariae, le antiche vie delle fornaci l’ungo l’Ema ed il Grassina” è diponibile sul portale echiantishop.it e nelle edicole aderenti del territorio.