Urbanistica e paesaggio, il futuro di Bagno a Ripoli a convegno

174

Appuntamento venerdì 15 febbraio in palazzo comunale per fare il punto sul nuovo piano strutturale e il piano operativo. Presenti il sindaco Casini e l’assessore regionale Ceccarelli

Bagno a Ripoli fa il punto sui nuovi strumenti urbanistici che ne disegneranno il volto di domani.Venerdì 15 febbraio alle 15 in palazzo comunale si svolgerà il convegno “Verso il nuovo piano strutturale e il piano operativo”, appuntamento organizzato dall’amministrazione che chiamerà a raccolta tecnici, istituzioni, imprese, associazioni, ordini professionali e cittadini. Un momento di condivisione e partecipazione che segue l’apertura del procedimento di revisione degli strumenti di pianificazione e l’aggiornamento rispetto alle norme regionali come il Piano di indirizzo territoriale e il Piano paesaggistico, avviata nel dicembre scorso. Un percorso che nel giro di un anno stenderà le linee guida per la riqualificazione e lo sviluppo del territorio.

Il convegno si aprirà con un’introduzione dell’assessore comunale all’urbanistica Paolo Frezzi, seguirà l’intervento su “Gli aspetti paesaggistici, normatici e infrastrutturali della pianificazione regionale” dell’assessore regionale al governo del territorio Vincenzo Ceccarelli. Del “Ruolo dei comuni nella pianificazione urbanistica ed edilizia in Toscana” parlerà Giacomo Trentanovi, responsabile del settore edilizia di Anci Toscana. Successivamente la parola l’architetto Antonino Gandolfo, responsabile dell’area urbanistica del Comune. Spetterà infine al sindaco Francesco Casini tirare le somme del convegno con un intervento conclusivo.

“Si apre con questa iniziativa – dicono Casini e Frezzi – un percorso partecipativo rivolto a tutta la comunità dedicato ai nuovi strumenti di pianificazione. Il nostro lavoro si muoverà lungo la strada della riqualificazione dei centri abitati, del paesaggio e delle attività produttive privilegiando la rigenerazione urbana, la sostenibilità e la bellezza. Il convegno di venerdì sarà l’occasione per parlare di questo e accogliere il contributo di chi vorrà partecipare”.