Turismo, a Ponte a Niccheri il nuovo punto informazioni

Dal Comune 45mila euro per allestire lo spazio che sarà gestito in collaborazione con la Pro Loco

93

Nuova “bussola” per i turisti in visita a Bagno a Ripoli. Il Comune ha dato il via libera alla realizzazione di un nuovo punto informazioni che sorgerà nell’area di Ponte a Niccheri. La giunta municipale ha stanziato 45mila euro per allestire uno spazio nell’edificio di proprietà comunale che ospita anche il circolo Arci, un luogo di passaggio strategico e visibile, al bivio tra la via Chiantigiana e via dell’Antella.

Lo spazio per il Tourist Information sarà gestito dall’amministrazione in collaborazione con la Pro Loco per Bagno a Ripoli. Le risorse per il restyling della struttura provengono dalla tassa di soggiorno e serviranno a riqualificare il tetto dell’immobile e a realizzare un nuovo bagno accessibile anche a persone con disabilità.

“Alcuni dati recenti dell’Irpet – spiega il sindaco Francesco Casini – ci dicono che gli arrivi nel nostro comune nei primi mesi del 2019 crescono del 20% con oltre 5mila presenze in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Quello del turismo è un settore in forte crescita e per coglierne appieno le potenzialità servono nuovi strumenti di promozione del territorio. Iniziamo colmando quella che finora era una lacuna, con la creazione di un nuovo info-point per i visitatori che finalmente avranno un punto di riferimento a cui rivolgersi per conoscere itinerari, luoghi e eccellenze da scoprire qui a Bagno a Ripoli”.

“Il punto informativo – aggiunge l’assessora allo sviluppo economico Francesco Cellini – diventerà il quartier generale per la promozione dei nostri luoghi e delle nostre eccellenze culturali, enogastronomiche e artigianali. E ci darà l’occasione per presentare e valorizzare idee e nuovi progetti come gli itinerari storico religiosi delle ‘Vie di Francesco’, i ciclotour per gli amanti delle due ruote le escursioni in collina lungo il cosiddetto ‘Anello del Rinascimento, in grado di arricchire ulteriormente l’offerta turistica del nostro territorio”.

SHARE
La redazione del giornale eChianti.it