#StorieDiQuarantena: Matteo, una chitarra e la musica (quotidiana) dalla finestra di casa | FT-VD

545

La prima volta si è “affacciato alla finestra” venerdì 13, in occasione del primo flash mob sonoro ideato per “rallegrare” la quarantena forzata ai tempi del Coronavirus.

E da allora, puntuale alle 18, tutte le sere Matteo Nesti, 26 anni, professore di informatica al liceo Gobetti-Volta, imbraccia la sua chitarra, accende microfono e amplificatore, si affaccia in direzione di piazza della Pace e inizia il suo personalissimo “concerto dalla quarantena”.

Matteo Nesti mentre canta alla finestra

Ad ascoltarlo (ed applaudirlo) si affacciano insieme a lui anche i vicini di casa o, magari, le persone che sono rigorosamente in fila in attesa di entrare alla vicina Coop di viale delle Arti nel centro di Bagno a Ripoli.

Il tutto per venti, trenta minuti, alternando le idee musicali che arrivano seguendo sui social l’hashtag #flashmobsonoro, quelle degli amici e conoscenti che gli scrivono e lo contattano via Facebook e WhatsApp o ancora assecondando la richiesta della sorella Marta (educatrice di nido) di registrare una canzone da dedicare ed inviare ai suoi piccoli allievi.

Matteo Nesti con la sorella Marta

E se non siete tra i fortunati che possono ascoltarlo “live”, nessun problema:
=> QUESTA È LA SUA PAGINA INSTRAGRAM DOVE TROVARE ALCUNI VIDEO E FOTO

 

SHARE
Francesco Sangermano, nato a Firenze nel 1977 ma orgogliosamente cresciuto e vissuto sempre a Bagno a Ripoli. Grande appassionato di viaggi, di sport e di fotografia è giornalista professionista dal 2004. Prima della collaborazione con eChianti ha lavorato per il Corriere di Firenze, il Corriere di Lucca, Toscana Media News e l'Unità dove è stato vicecaposervizio della redazione toscana e uno dei responsabili dei social network per il sito unita.it.