Scuola, finalmente si riparte: ecco tutte le informazioni sul ritorno in classe

Date di inizio, misure di sicurezza, trasporto scolastico, mense: tutto quello che c’è da sapere in vista dell’avvio dell’anno scolastico. Sindaco e assessore: “Collaborazione stretta tra Comune e scuole per garantire a studenti e famiglie una ripartenza in sicurezza”

109
Settembre: l’estate volge al termine e si torna sui banchi di scuola. Punto per punto ecco le principali novità e le informazioni da sapere a proposito del nuovo anno scolastico negli istituti comprensivi del Comune. “Ci avviciniamo all’inizio dell’anno educativo – dichiarano il sindaco e l’assessore alla scuola del Comune di Bagno a Ripoli – consapevoli del grande lavoro svolto in questi mesi dalle scuole e dagli uffici dei servizi educativi. La collaborazione ed il dialogo tra Amministrazione Comunale e Istituti non è mai mancata e dovrà essere ancora più stretta nelle prossime settimane per garantire una ripartenza in sicurezza a studenti e famiglie”.
DATE DI INIZIO
All’Istituto Caponnetto, per la scuola dell’infanzia l’inizio è fissato per mercoledì 9 settembre solo per i bambini di 5 anni, senza mensa. Iniziano invece il 14 settembre i 4 anni ed i piccoli di 3 anni, per i quali è previsto un programma di inserimento a ingressi scaglionati (14-18 settembre, 22-28 settembre, 29 settembre-2 ottobre). Per le scuole primarie, l’inizio è previsto il 9 settembre per le classi seconde, terze, quarte e quinte. Le prime cominceranno dal 14 settembre. Alla Scuola Redi l’anno scolastico prenderà il via il 9 settembre per classi seconde e terze ed il 14 per le classi prime, con ingressi e uscite scaglionate. All’Istituto Mattei l’attività didattica inizierà lunedì 14 settembre per tutti gli ordini di scuola (anche qui seguendo un programma di ingressi e uscite scaglionate).
MISURE DI SICUREZZA ANTI-COVID
La strategia anti-contagio prevede una serie di misure da applicare a tutte le scuole. Prima tra queste l’obbligo di indossare la mascherina per tutto il personale scolastico durante la permanenza a scuola. I docenti possono toglierla in classe, ma se gli studenti si avvicinano o durante l’intervallo devono rimetterla. Gli alunni, a patto che si rispetti il metro statico, possono non indossare la mascherina durante la lezione. Le mascherine sono obbligatorie dai sei anni in su per tutti all’arrivo, all’uscita e per gli spostamenti dentro la scuola. Gli studenti possono indossare anche mascherine di stoffa.
In ogni plesso sono previsti ingressi scaglionati, per evitare assembramenti sia all’entrata che all’uscita da scuola. I genitori non potranno entrare dentro alle scuole se non per necessità precise e previo appuntamento.
Gli studenti e il personale scolastico dovranno misurare la propria temperatura corporea a casa. Nel caso in cui questa superi i 37,5° sono obbligati a restare a casa.
Erogatori di gel igienizzanti saranno piazzati agli ingressi dei plessi, di ogni singola classe e agli ingressi dei bagni. Ogni scuola sarà dotata di appositi contenitori per lo smaltimento dei rifiuti speciali Covid. All’ingresso degli edifici e nei corridoi saranno inoltre posizionati bidoncini e mastelli dedicati appositamente allo smaltimento delle mascherine.
AULE E MENSE
Tutti i plessi scolastici del territorio comunale sono riusciti a far fronte alle nuove esigenze di distanziamento e alle altre misure di prevenzione del contagio senza ricorrere a spazi esterni. Questo grazie alla rimodulazione degli spazi e delle aule già esistenti. Sono tuttavia presenti all’interno dei plessi degli spazi (interni ed esterni) utilizzabili dalla classe o da gruppi. Tali spazi verranno utilizzati in tempi alternati previa sanificazione.
Ogni plesso, in base alle caratteristiche strutturali, è stato oggetto di mappatura, sopralluoghi e analisi. I banchi sono ovunque posizionati secondo le disposizioni ministeriali sul distanziamento fisico (1 metro tra le rime buccali dei bambini e 2 metri tra docente e alunno). Saranno inoltre approntati appositi segni a terra per evitare spostamenti.
In accordo con SIAF e le scuole è stato riorganizzato anche il servizio di refezione scolastica. Le mense riapriranno le porte sia per l’Istituto Teresa Mattei che per l’Istituto Caponnetto il 28 settembre. “Sulla mensa – proseguono sindaco e assessore – abbiamo raggiunto un risultato importante evitando il ricorso alle monoporzioni potremo continuare a garantire la straordinaria qualità del servizio offerto da SIAF”. Il servizio mensa si svolgerà nelle classi (con sanificazione prima e dopo il pasto) o in aule mensa dedicate.
TRASPORTO SCOLASTICO
Riprende regolarmente anche il trasporto scolastico per tutti coloro che si sono iscritti al servizio, nel rispetto delle linee guida ministeriali. A bordo degli scuolabus si potrà accedere solo indossando la mascherina e dopo aver controllato di non avere la febbre. I mezzi saranno sanificati quotidianamente e a bordo dovranno essere mantenute le distanze di sicurezza. Sul sito del Comune di Bagno a Ripoli tutte le informazioni sui percorsi e gli orari del trasporto scolastico: https://www.comune.bagno-a-ripoli.fi.it/rete-civica/trasporto-scolastico .
“Siamo felici di poter confermare che anche quest’anno, nonostante le difficoltà legate al Covid-19, potremo garantire a pieno e in sicurezza il servizio di trasporto scolastico ai nostri studenti. Al tempo stesso stiamo portando avanti il progetto del ‘Pedibus’. C’è ancora tempo per aderire e per questo facciamo un appello a genitori e nonni che vorranno partecipare al progetto accompagnando gli alunni delle scuole Padule, Michelet e Marconi (sede di Tegolaia e di Lilliano e Meoli)”.
Per informazioni sul Pedibus, scrivere a servizieducativi@comune.bagno-a-ripoli.fi.it o contattare i numeri: 055 6390362 dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 13,00 – 335 6344971, 335 6344973, 335 6344961 da lunedì al venerdì dalle 14,00 alle 16,00.
SHARE
Francesco Sangermano, nato a Firenze nel 1977 ma orgogliosamente cresciuto e vissuto sempre a Bagno a Ripoli. Grande appassionato di viaggi, di sport e di fotografia è giornalista professionista dal 2004. Prima della collaborazione con eChianti ha lavorato per il Corriere di Firenze, il Corriere di Lucca, Toscana Media News e l'Unità dove è stato vicecaposervizio della redazione toscana e uno dei responsabili dei social network per il sito unita.it.