Palio 2019, ecco il drappo | FOTO

Un vero e proprio stemma che contiene un falco nero su fondo verde, poi quattro stelle e gli stemmi delle 4 contrade

227

Tutto esaurito sotto lo stand tutto ponti per la cena di presentazione del 40° Palio delle Contrade di Bagno a Ripoli.

Con il suo lavoro Massimo Bruno ha composto un vero e proprio stemma, che contiene quattro stelle: oro, argento, bronzo ed una arcobaleno. La stoffa del drappo è verde, poi al centro, su fondo bianco, il falco con ali spiegate, simbolo di forza e nobiltà. Non ha artigli ma mani umane che portano un ramo di olivo, sul suo petto i simboli della 4 contrade: Torre, Cavallo, Alfiere e Mulino.

“Se siamo qui stasera é merito di tutti voi,” – così Elena Ciapetti, presidente associazione Giostra della Stella –  “grazie per il contributo che date alla manifestazione, questo comune ha infatti un patrimonio immateriale immenso: i nostri volontari.”

Sara FaetiDurante la serata è stato presentato anche il primo prototipo del gioco da tavolo del “Palio delle Contrade“. “Il mio gioco é semplice, anche per i bambini” – racconta Sara Faeti, giovane studentessa di disegno industriale a Firenze – “Lo svolgimento é simile a quello del gioco dell’oca, per la parte grafica e pedine richiamano la tradizione.” Il gioco sarà in dimostrazione e prova domenica 8 presso uno stand dedicato.

Presente alla serata anche il Presidente del Consiglio Regionale della Toscana Eugenio Giani. “La Giostra della Stella è una associazione storica riconosciuta a livello regionale” – racconta Giani – “fa bene quindi il sindaco Casini a valorizzare le loro attività. Bagno a Ripoli da sempre fa  attenzione alla storia e ai giochi storici, momenti come questo sono una grande risorsa della Toscana. Quando noi riusciamo a vivacizzare i borghi con eventi anche in costume, diamo alla Toscana valore identitario.”

Alla serata sono intervenuti i rappresentanti di molte associazioni del territorio tra queste il CAT di Grassina e La Pro Loco per Bagno a Ripoli. Per l’amministrazione erano presenti il sindaco e gli assessori Minelli e Francois ed il presidente del Consiglio Comunale Francesco Conti. Elena Ciapetti ha consegnato al sindaco Casini una targa ricordo del 40° palio.

“40 anni, di una manifestazione che funziona, e che fa parte del nostro territorio. Organizzare questa manifestazione ogni anno non è banale e neppure scontato” – racconta Casini – “Un vero momento di aggregazione che unisce a coinvolgere tantissime persone, un evento che fa comunità. Ringrazio tutti, ed auguro a tutta la popolazione di Bagno a Ripoli buon Palio.”

Un ringraziamento da parte della presidente Ciapetti anche a tutti i circoli del territorio: il Gustavo Modena della Fonte, quello di Candeli e l’SMS di Bagno a Ripoli.

Premiati, con una targa ricordo del 40°, anche alcuni dei maestri che negli anni hanno disegnato i drappelloni: Simone maccari 1985, Adriano basagni 1987, Angelo Antonio falmi 2000, Mila Scatena 2004, Luciano Pisari 2006, Fabrizio Secci 2010, Roberto Parlanti 2012, Patrizio Burgassi 2014, Silvia Garuglieru 2018, Massimo Bruno 2019