I 4 anni del sindaco Casini: “A settembre le nuove linee Ataf” | VIDEO

317

Oltre 400 persone a tavola in piazza Umberto I a Grassina per la serata dedicata al bilancio del sindaco Francesco Casini e della sua giunta dopo 4 anni di lavoro in Comune.

La cena, preparata dalla Siaf con assessori e consiglieri comunali che si sono prestati a fare da camerieri, è stata il preludio ad un video riassuntivo con gli ultimi interventi realizzati dall’amministrazione e quindi a una intervista in cui il sindaco ha toccato alcune delle questioni che maggiormente stanno a cuore ai cittadini.

L’esordio, dato anche il luogo della cena, non poteva che essere per la Variante di Grassina. “L’opera si farà – ha tagliato corto Casini – Siamo in ritardo per colpa della ditta aggiudicatrice dei lavori e a settembre pretendiamo di avere chiarezza sul nuovo cronoprogramma: o i tempi saranno rispettati o revocheremo l’appalto e lo affideremo a un’altra società. Il tempo dei rimandi è definitivamente finito”.

Sempre in tema di grandi opere, poi, l’annuncio che entro la fine del 2019 saranno completati sia il nuovo Pronto Soccorso sia il nuovo parcheggio dell’Ospedale di Ponte a Niccheri.

Quindi spazio alla sicurezza (“Un tema generale che tocca tutto il Chianti, ma di fronte al quale abbiamo installato sul nostro territorio 24 telecamere fisse e due mobili e su cui vogliamo investire anche in termini di coesione sociale e senso di comunità” ha spiegato il sindaco) e soprattutto ai trasporti, argomento sul quale sono attese a breve molte novità.

“Il 31 e 32 da Grassina ed Antella torneranno fino alla stazione di Santa Maria Novella, all’altezza del binario 16, mentre il 23 riprenderà il posto dell’8 e non fermerà più nel centro di Bagno a Ripoli ma salirà fino alla piazza di Croce. Tutto questo partirà contestualmente all’entrata in servizio delle nuove linee della tramvia per cui sicuramente entro la fine di settembre. In parallelo stiamo invece lavorando alla istituzione di un servizio navetta circolare tutto interno a Grassina alla cui realizzazione stanno contribuendo anche alcune delle realtà principali del territorio come Fendi e Ermanno Scervino”.

Ultimo, ma non certo meno importante, il tema dell’edilizia scolastica. “Questa – ha concluso Casini – è la nostra sfida più grande dato che possiamo intervenire sia per la messa in sicurezza sia per la costruzione di nuovi edifici ed è quello che stiamo facendo. Dal restyling completo della Michelet a quello degli esterni della Granacci, dall’adeguamento sismico della Redi alla realizzazione del nuovo Padule abbiamo già messo in cantiere e fatto partire interventi molto importanti per il biennio 2018-2019 grazie ai quali il nostro comune avrà strutture scolastiche sempre più a misura di bambini e insegnanti”.

SHARE
Francesco Sangermano, nato a Firenze nel 1977 ma orgogliosamente cresciuto e vissuto sempre a Bagno a Ripoli. Grande appassionato di viaggi, di sport e di fotografia è giornalista professionista dal 2004. Prima della collaborazione con eChianti ha lavorato per il Corriere di Firenze, il Corriere di Lucca, Toscana Media News e l'Unità dove è stato vicecaposervizio della redazione toscana e uno dei responsabili dei social network per il sito unita.it.