Emergenza Covid, nuovi bonus del Comune per le attività economiche

8

Dopo la prima tranche di ristori da oltre 100mila euro, si riaprono le domande per accedere alle risorse comunali destinate alle realtà più colpite dalle chiusure. Possono fare richiesta attività commerciali, economiche, turistiche e per i servizi alla persona ridotte o sospese a causa della “zona rossa” che non abbiano già ricevuto il contributo comunale

Emergenza Covid, dal Comune nuovi bonus in arrivo per le attività economiche più colpite dalle chiusure. Dopo la prima tranche di aiuti a fondo perduto da 100mila euro, l’amministrazione comunale riapre i termini per presentare domanda. Da stamani sul sito della rete civica sarà di nuovo possibile fare richiesta per accedere al contributo comunale. L’avviso è rivolto ai negozi, alle attività economiche, di ristorazione, produttive e ricettive, inerenti i sevizi alla persona, comprese le palestre, costrette a chiudere o in difficoltà durante il periodo di “zona rossa”, dal 13 novembre al 6 dicembre 2020, che non abbiano già ricevuto prima il bonus del Comune.

Per fare richiesta c’è tempo fino al 10 aprile. Le domande devono essere inviate entro questa data all’indirizzo di posta certificata: comune.bagno-a-ripoli@postacert.toscana.it oppure inviate in formato cartaceo tramite raccomandata al Comune di Bagno Ripoli. Tutte le info nel dettaglio e le modalità per fare richiesta sul sito www.comune.bagno-a-ripoli.fi.it.

“Anche sul nostro territorio – spiega il sindaco Francesco Casini – sono molte le attività messe in ginocchio dagli effetti della pandemia. Dopo la prima tranche di ristori, diamo la possibilità di accedere al contributo comunale a chi non lo ha già ricevuto con nuove risorse comunali, già messe a bilancio e immediatamente erogabili. Un piccolo ma importante sollievo per chi sta vivendo sulla propria pelle una crisi senza precedenti dovuta alla pandemia”.