Ecco come la lotta al Coronavirus… “nasce” a Bagno a Ripoli

Nei laboratori di bioMérieux all'interno del nostro comune nasce un particolare strumento di biologia molecolare che permette di estrarre da un campione biologico l’RNA appartenente all’agente virale che provoca il Covid-19.

695

Una delle “armi” principali per identificare, e quindi combattere, il Coronavirus nasce… a Bagno a Ripoli.

A svelarlo è stato questa mattina il sindaco Francesco Casini in un lungo post sulla sua pagina Facebook. “Nei laboratori di bioMérieux, azienda tra i leader mondiali della diagnostica in vitro che nel nostro comune ha la sua sede italiana con quasi 250 addetti e un importante polo produttivo, nasce lo strumento di biologia molecolare che consente di individuare in diversi campioni biologici come la saliva o il sangue l’ RNA di SARS-COV-2 il virus causa dell’infezione Covid-19 – ha spiegato Casini – Da profano della materia non entro nel tecnico, ma si tratta senza dubbio di uno strumento indispensabile per la diagnostica e quindi per la cura delle persone. Un supporto importantissimo per la Sanità del nostro Paese. Sapere che prende vita qui, grazie a un’eccellenza dell’industria medica che ha scelto di radicarsi e investire sul nostro territorio, mi riempie sinceramente d’orgoglio. Un ringraziamento di cuore a bioMérieux e a tutti i suoi operatori, per il lavoro e l’impegno che stanno mettendo in questa battaglia contro il Coronavirus”.

 

SHARE
La redazione del giornale eChianti.it