Bagno a Ripoli – Buoni spesa, chi può accedere e come fare richiesta

220

Tutte le info e le istruzioni per ottenere il contributo straordinario stanziato per supportare le famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza Covid-19. Per il Comune ripolese a disposizione nel complesso 135mila euro.

Buona spesa e per i beni di prima necessità, sono circa 135mila euro le risorse a disposizione del Comune di Bagno a Ripoli per supportare le famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza Covid-19. Previsti contributi da 150 a 450 euro in base all’ampiezza del nucleo familiare. “Ci sono persone che in queste settimane, con l’emergenza in atto, hanno perso il lavoro, interrotto o ridimensionato fortemente la loro attività – spiega il sindaco Francesco Casini -. È concreto il rischio che l’emergenza sanitaria si trasformi in una crisi sociale e vogliamo scongiurarlo. Il buono spesa è una prima misura di supporto per le famiglie e si aggiunge a quelle già in campo dall’amministrazione come la sospensione delle tariffe per i servizi scolastici e le agevolazioni per le imprese. Abbiamo semplificato al massimo le procedure per partire con l’erogazione del contributo il prima possibile. E fin da subito effettueremo controlli serrati per garantire la massima trasparenza nell’assegnazione. Abbiamo inoltre richiesto la collaborazione del volontariato locale, di Caritas e dei rappresentanti delle parti sociali per avere segnalazioni ‘qualificate’ di persone in difficoltà a causa dell’emergenza”.

Di seguito, tutte le informazioni necessarie per accedere al contributo, dai requisiti richiesti alle modalità con cui presentare domanda.

Il contributo
Il contributo è una tantum e verrà erogato in relazione al numero di componenti del nucleo familiare. Le cifre ammontano a 150 euro per le persone che vivono da sole, a 250 euro per i nuclei di due persone, a 350 euro per quelli composti da 3 a 4 persone e a 450 euro per i nuclei con più di 5 persone.

I requisiti
Di seguito i requisiti necessari per ottenere il contributo. Possono accedervi:

– i soggetti individuati dai servizi sociali, ovvero cittadini senza reddito comunque valutati dai servizi sociali, con carattere di priorità.

– cittadini residenti il cui nucleo familiare non possiede più un reddito sufficiente al sostentamento e che posseggono almeno uno dei seguenti requisiti:

• perdita del lavoro in conseguenza dell’emergenza;

• cassa integrazione o similari, disoccupati anche se con NASPI, con altri familiari che hanno avuto una forte riduzione del reddito;

• partite IVA e piccoli imprenditori, professionisti che hanno drasticamente ridotto il volume d’affari;

• lavori intermittenti e stagionali che hanno avuto drastiche riduzioni nelle chiamate;

• caso di malattia grave o decesso di un componente del nucleo familiare legato all’emergenza COVID appena intervenuta che abbia comportato una consistente riduzione del reddito familiare.

 

I richiedenti dovranno altresì dichiarare di avere una disponibilità di patrimonio mobiliare (estratto conti correnti ma anche titoli e libretti) al 28 marzo 2020 come somma complessiva per tutti i componenti del nucleo familiare inferiore a:

– 5.000,00 euro per 1 o 2 persone

– 7.500,00 euro per 3 o 4 persone

– 10.000,00 euro oltre le 5 persone.

Sono esclusi dal buono spesa:

• i nuclei in cui almeno uno dei componenti possiede un reddito valutato adeguato per il sostentamento del nucleo;

• i percettori di forme di sostegno pubblico di importo mensile superiore a 500 euro/mese per 1-2 persone; a 700 euro/mese per 3-4 persone; a 850 oltre le 5 persone.

Come fare richiesta
Per accedere al contributo è necessario scaricare dal sito del Comune (www.comune.bagno-a-ripoli.fi.it) il modello di autocertificazione ed inviarlo (allegando copia di un documento) per mail a urp@comune.bagno-a-ripoli.fi.it o via fax allo 055 6390267.

Se si è già seguiti dal Servizio sociale o se si vuole essere seguiti dal Servizio sociale è possibile chiamare il numero 055 6390353 per ottenere informazioni e un eventuale appuntamento se ritenuto necessario. Le domande verranno valutate ogni settimana e sarà data risposta via mail o telefono.

Dove potrà essere fatta la spesa
Sul sito del Comune verrà pubblicato un elenco di tutti gli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa. Nel modello di autocertificazione dovrà essere indicato quali esercizi commerciali si intende utilizzare per la spesa indicando per ciascun negozio l’importo prescelto (la somma di tutti gli importi deve essere pari al contributo cui si ha diritto). Via mail o direttamente a casa sarà recapitato un codice che dovrà essere presentare al negozio al momento della spesa. Con quel codice potrà essere effettuata la spesa gratis limitatamente a beni di prima necessità entro la somma autorizzata. Se il negozio prescelto metta a disposizione dei buoni spesa, tali buoni saranno recapitati direttamente a casa al posto del codice.

C’è una scadenza per presentare domanda?
Al momento non c’è nessuna scadenza per fare domanda. Da quando si è ammessi al contributo ci sono 60 giorni per effettuare la spesa.

Per maggiori informazioni

– URP: 055 6390222.

– Servizi sociali: 055 6390353.

– Centralino Linea Comune: 055055.