Via libera dalla UE al finanziamento della tramvia a Bagno a Ripoli

570

Via libera della Commissione Ue al finanziamento dell’estensione del tramvia di Firenze fino a Bagno a Ripoli. Un nuovo passo concreto verso la realizzazione dell’infrastruttura che collegherà piazza della Libertà al nostro comune.

Poco dopo l’inaugurazione a Firenze della nuova linea T2 della che collega la stazione di Santa Maria Novella all’aeroporto, l’esecutivo comunitario ha approvato la modifica del Programma operativo 2014-2020 della Regione Toscana che include anche il tratto della nuova linea 3.2 il cui capolinea sarà proprio a Bagno a Ripoli.

LEGGI ANCHE => Tramvia, lavori dal 2020 e nel 2023 l’arrivo a Bagno a Ripoli

Un passaggio tecnico apparentemente di poco conto ma necessario, visto che il progetto originario era di cofinanziare con fondi Ue l’estensione di due linee nella “Piana fiorentina”: Linea 2 (Aeroporto-Sesto Fiorentino) e Linea 4 (Leopolda-Le Piagge).

Nel programma modificato l’area d’interessamento del progetto si estende invece all’intera “area metropolitana di Firenze”, permettendo così la realizzazione di 7,2 km di tracciato che con 16 fermate collegherà il capoluogo con Bagno a Ripoli.

LEGGI ANCHE => Tramvia a Bagno a Ripoli, ecco come saranno percorso e fermate

La linea riceverà 80 milioni dal Programma operativo 2014-2020 del Fondo Ue di sviluppo regionale, di cui 40 provenienti dalle casse comunitarie, su un costo totale dell’opera di circa 200 milioni di euro. Per le linee 1 e 2 il cofinanziamento Ue è stato di 26 milioni di euro su un investimento totale di circa 616 milioni.

Il progetto originario di estendere le linee 2 e 4 dovrebbe invece essere finanziato con risorse esclusivamente nazionali, oppure fatto rientrare nella nuova programmazione Ue 2021-2027, in modo da poter beneficiare nuovamente del contributo Ue.