Torneo della befana, il Belmonte trionfa nella categoria allievi 2004

56

Si è conclusa la dodicesima edizione del Torneo della Befana di Firenze, competizione nazionale di calcio giovanile regolarmente autorizzato dalla FIGC LND SGS di Roma, organizzato da Adriasport Cervia in collaborazione con le società Club sportivo Firenze e ASD Belmonte di Firenze.

La manifestazione ha visto la partecipazione di 102 squadre, in rappresentanza di 66 club tra dilettanti e professionisti provenienti da ogni parte d’Italia, che si sono sfidati in un totale di 260 partite durante le tre giornate del fine settimana dell’Epifania su nove impianti sportivi dei comuni di Firenze e Bagno a Ripoli.

La cerimonia inaugurale si è svolta presso il Club Sportivo ed è stata preceduta dalla conferenza stampa in palazzo Vecchio. Ai due appuntamenti istituzionali hanno preso parte, tra gli altri, il Presidente del consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani, l’assessore allo sport del Comune di Firenze Andrea Vannucci, il Presidente della FIGC Toscana Paolo Mangini, il vice Presidente della FIGC Toscana Vasco Brogi, il rappresentante della sezione calcio del Club Sportivo Bruno Capitelli oltre ai 4 capitani del calcio storico fiorentino – bianchi verdi azzurri e rossi – ed ai bandierai degli Uffizi.

I padroni di casa fiorentini del Belmonte hanno trionfato nella categoria allievi 2004, gli sloveni del ND Slovan Ljubljana nei giovanissimi 2005 e i calabresi del Segato calcio negli esordienti 2006. Scendendo di età, i nerazzurri dell’Inter vincono negli esordienti 2007, i loro cugini brianzoli della Folgore Caratese nei Pulcini 2008 ed i toscani della Folgor Calenzano nei Pulcini 2009. Infine, i piccolissimi 2010 dei “primi calci” sono invece stati premiati tutti come vincitori.

Un ringraziamento va a tutti i partecipanti al torneo, ai volontari dei vari impianti sportivi, alle società dilettantistiche e professionistiche, allo staff di Adriasport coordinato da Leo Lucchi, Giorgia Mariotti e Davide Caprari ed ai comuni di Firenze e Bagno a Ripoli per l’ospitalità.