Spazzaneve, scorte di sale, sms e telefonate di allerta

Pronto il Piano allestito con la Protezione civile per far fronte all'emergenza

61

Se la colonnina di mercurio scenderà sotto lo zero, Bagno a Ripoli si farà trovare pronta. Scalda già i motori il Piano neve allestito dal Comune e dalla Protezione civile per mettere tempestivamente in sicurezza la viabilità cittadina e fornire assistenza alla popolazione in caso di eventi meteo avversi e in particolare in caso di nevicate. Uno strumento operativo, inserito anche nel piano di Protezione civile intercomunale “Arno Sud Est”, che si avvale di quattro mezzi spazzaneve e spargisale e scorte di sale stoccate per la maggior parte al centro operativo a Ponte a Niccheri, pronte ad essere utilizzate sulle strade imbiancate di neve o ghiacciate.

All’interno del Piano, il territorio è suddiviso in anelli che verranno percorsi dai mezzi spazzaneve e spargisale secondo la classificazione delle strade e le priorità assegnate in relazione ai centri abitati. In questa fase, le associazioni di volontariato del territorio convenzionate nelle attività di Protezione civile forniscono da sempre un supporto fondamentale, mettendo a disposizione personale, mezzi spalaneve e spargisale dedicati alla pulizia dell’area ospedaliera e dell’area urbana dei centri abitati, e contribuendo a gestire il traffico nelle zone critiche come quelle in quota.

Ultimo, ma non per importanza, l’aspetto comunicativo. In caso di condizioni meteo avverse, e in più in generale in caso di emergenza, i cittadini potranno seguire l’evolversi della situazione con notizie e aggiornamenti in tempo reale sui canali istituzionali del Comune: sito internet (www.comune.bagno-a-ripoli.fi.it), pagina Facebook (www.facebook.com/comunebagnoaripoli/) e la App del Comune di Bagno a Ripoli, le App “Cittadino Informato” e il canale Telegram @ArnoSudEst della Protezione Civile Intercomunale di Bagno a Ripoli, Figline e Incisa Valdarno e Rignano sull’Arno.

Particolare attenzione sarà rivolta alla comunicazione alle scuole: in caso di emergenza, potranno essere inviati messaggi di testo ad oltre 3500 famiglie degli studenti. E potranno scattare telefonate di allerta con messaggi registrati con informazioni utili e indicazioni ai residenti del territorio comunale.

“La neve per il momento non è attesa – spiega il sindaco Francesco Casini – ma come sempre ci faremo trovare preparati con un Piano operativo che stabilisce chiaramente priorità, fasi di intervento e ruoli. Uno strumento fondamentale, non mi stancherò mai di dirlo, in un territorio come questo, ampio, con quattro direttrici provinciali e 200 Km di strade da controllare, un ospedale, diciassette plessi scolastici e molti centri abitati in collina. Fondamentale anche potenziare gli aspetti comunicativi perché un cittadino informato è un cittadino più al sicuro”.

SHARE
La redazione del giornale eChianti.it