La proposta: costruiamo insieme una pro loco per Bagno a Ripoli

277

Un primo incontro molto partecipato e una idea precisa ed ambiziosa messa sul tavolo riscontrando entusiasmo e volontà di tutti a lavorare assieme: costituire in tempi rapidi una pro loco a Bagno a Ripoli.

Ad accendere i riflettori sul progetto è stato Gian Domenico Volpi, promotore di eChianti, che ha chiamato a raccolta coloro i quali, anno dopo anno, si adoperano per animare le varie frazioni del paese. Dal CCN di Grassina e le sue botteghe al Comitato Vivere all’Antella, dal CAT alle associazioni di categoria, dai Circoli del territorio a semplici cittadini, una dozzina di persone si sono ritrovate presso la biblioteca comunale di Bagno a Ripoli e hanno iniziato a delineare un percorso decisamente accattivante e interessante.

“Quando abbiamo realizzato eChianti ci eravamo proposti di costruire uno strumento in grado di promuovere il nostro territorio in tutte le sue sfaccettature – ha ricordato Volpi – ma già a quell’epoca dicemmo che non sarebbe bastato soltanto il web a evidenziare tutti gli aspetti che caratterizzano Bagno a Ripoli”.

Di qui la necessità di un ulteriore scatto in avanti in tema di promozione e marketing territoriale. “Nei tre anni trascorsi dalla nascita di eChianti – ha aggiunto – la nostra attività non è stata solo virtuale ma si è articolata nella collaborazione con tante realtà del nostro comune per realizzare eventi a partire dalla partecipazione a Expo 2015 e dalle due edizioni della EcoMarathon passando per la pubblicazione di libri e la realizzazione di documentari dedicati al territorio. Per proseguire nell’azione di crescita collettiva del nostro Comune, riteniamo però necessario passare ad una nuova fase che, sfruttando quanto consentito dalla normativa vigente, permetta un’ulteriore valorizzazione della nostra comunità”.

Per Volpi “la costruzione di una Pro Loco è probabilmente l’anello mancante per l’ulteriore sviluppo dei legami tra i diversi soggetti che operano nell’ambito territoriale di Bagno a Ripoli e al tempo stesso l’elemento che può promuovere la nostra realtà al di fuori dei confini comunali in tutti i sui aspetti: bellezza del territorio, agricoltura, storia, cultura, tradizioni popolari, attività ricettive e produttive in genere”.

Su questo terreno Volpi ha dunque chiesto a un primo gruppo di persone la disponibilità a partecipare alla costituzione di “una entità territoriale in grado di offrire nel tempo servizi, organizzazione, programmazione, concordando con gli altri attori del territorio un modello di sviluppo comune”. Una base di partenza da ampliare poi il più rapidamente possibile “coinvolgendo soggetti portatori di nuove istanze e proposte efficaci, da avanzare al territorio e all’Amministrazione comunale”.

La condivisione della proposta da parte dei partecipanti all’incontro è stata piena e la strada di costruire la Pro Loco è stata ritenuta la scelta giusta. A confermarlo anche il Sindaco Francesco Casini e l’Assessore allo Sviluppo economico Francesca Cellini, che hanno partecipato a parte dell’incontro, ed hanno espresso l’interesse dell’Amministrazione comunale per tale iniziativa.

I partecipanti hanno quindi ipotizzato il percorso col quale sviluppare il progetto nel prossimo futuro per arrivare alla costituzione formale dell’associazione e alla individuazione delle prime linee di intervento per dare avvio alle attività. Su questo terreno, alcuni partecipanti hanno evidenziato, in particolare, la necessità di coinvolgere prioritariamente i giovani promovendone le iniziative.

Insomma, il primo passo è stato fatto. E forse è davvero giunto il momento di iniziare a costruire una strada nuova in cui tutte le realtà di Bagno a Ripoli possano essere protagoniste e unite per un progetto collettivo nell’interesse di tutta la cittadinanza.

Per proseguire il discorso avviato e procedere nell’approfondimento del progetto, i partecipanti si sono riconvocati per i primi giorni di settembre.

Chi fosse interessato a partecipare all’iniziativa può scriverci via e-mail all’indirizzo info@echianti.it

SHARE
Francesco Sangermano, nato a Firenze nel 1977 ma orgogliosamente cresciuto e vissuto sempre a Bagno a Ripoli. Grande appassionato di viaggi, di sport e di fotografia è giornalista professionista dal 2004. Prima della collaborazione con eChianti ha lavorato per il Corriere di Firenze, il Corriere di Lucca, Toscana Media News e l'Unità dove è stato vicecaposervizio della redazione toscana e uno dei responsabili dei social network per il sito unita.it.