Il Tabernacolo di Bencistà

9

Il tabernacolo documentato dal XVI sec. ha subito il destino dei tanti sparsi per le nostre campagne: manomessi e danneggiati da vandali ai quali ben poco interessa quanto questi oggetti di culto contribuiscano ad arricchire il patrimonio storico e culturale del territorio. Nell’alta nicchia, che era protetta da un cancelletto con una grata di ferro, si trovava la statua di una Madonna in terracotta.

In un manoscritto del XIX secolo troviamo questa descrizione del tabernacolo che era intitolato alla SS Concezione: “Nella nicchia praticata in un pilastro ad ala di un muro isolato, chiusa da una grata in legno protetta da un fil di ferro vi è una antica statuetta in terracotta. … Provvedono alla conservazione i Bartolini Baldelli Guiducci proprietari del fondo.” [Torrigiani, vol. V, Ricordi religiosi Santa Lucia a Terzano].

In anni più recenti il parroco di Terzano vi celebrava la Messa in occasione delle Rogazioni (benedizione delle campagne che veniva fatta in aprile, nella ricorrenza di San Marco).

SHARE
La redazione del giornale eChianti.it