“Dolcetto o scherzetto?”. Ecco gli appuntamenti di Halloween per grandi e piccini

163

Dolcetto o scherzetto? La tradizione americana di Halloween ormai da qualche anno ha preso piede anche da noi. E per far divertire grandi e piccini anche il nostro territorio propone alcune iniziative “ad hoc”.

La prima è in progamma a Grassina dove i bambini potranno ritrovarsi dalle ore 17,00 davanti alla statua della lavandaia in piazza Umberto I (magari travestiti da piccoli vampiri, fantasmi e streghette) per iniziare il giro nelle case usando l’ormai famoso motto: “Dolcetto o scherzetto?”.

Non solo. I negozi che esporranno il cartello qui a fianco quest’anno “collaboreranno” e si metteranno a disposizione dei bambini per donare loro gli ambiti dolcetto e magari… anche qualche scherzetto!

A sera, invece, appuntamento soprattutto per i più grandi dalle ore 20 allo Spedale del Bigallo dove andrà in scena “Halloween con Delitto. Requiem di un amore zombie”.

Sarà un tuffo nel Medioevo, una cena con delitto in costume con Lea Landucci, Dario Becherelli, Gianni Lazzerini, Fiammetta Poltronieri e Francesco Cardi, un mix di giallo e comicità, dove indizi ed enigmi tracceranno la strada per la verità.

La storia è un adattamento di “Assassinio in Abbazia”, cena con delitto messa in scena presso l’Antico Spedale del Bigallo a Bagno a Ripoli, l’Osteria del Pellegrino di Gambassi Terme e il Poggio degli Olivi di Monsummano Terme.
Cena con spettacolo € 32 (€ 20 per i bambini). L’iniziativa ha il patrocinio del Comune di Bagno a Ripoli ed è gradito, ma non obbligatorio, abbigliamento a tema zombie.

Informazioni e prenotazioni: eventi@anticospedalebigallo.it, 055-631538.
Solo informazioni: Call Center Linea Comune, tel. 055.055, da lunedì a sabato, ore 8-20.

SHARE
Francesco Sangermano, nato a Firenze nel 1977 ma orgogliosamente cresciuto e vissuto sempre a Bagno a Ripoli. Grande appassionato di viaggi, di sport e di fotografia è giornalista professionista dal 2004. Prima della collaborazione con eChianti ha lavorato per il Corriere di Firenze, il Corriere di Lucca, Toscana Media News e l'Unità dove è stato vicecaposervizio della redazione toscana e uno dei responsabili dei social network per il sito unita.it.