Biblioteca, più posti in sala studio e prenotazioni online

4

Novità in vista per gli utenti della struttura di via di Belmonte. Ieri l’incontro con una delegazione di studenti. Sindaco e assessore: “Un patto di responsabilità per vivere in sicurezza questo luogo”

Più posti a disposizione e prenotazioni online. Non sono le uniche novità in vista per i frequentatori della sala studio della Biblioteca comunale. Nei giorni scorsi il confronto con gli studenti che ogni giorno si recano nella struttura di via di Belmonte per prepararsi agli esami aveva fatto emergere alcune necessità volte a potenziare il servizio a fronte di una domanda sempre crescente, nel rispetto tuttavia delle misure anti-contagio.

Da qui la pronta risposta della Biblioteca che da domani vedrà aumenterà le postazioni in sala studio da 25 a 32, grazie alla riapertura dei due ballatoi sopraelevati, e da lunedì 15 febbraio introdurrà il sistema di prenotazione via mail. L’indirizzo a cui scrivere sarà prenotalasala@comune.bagno-a-ripoli.fi.it. Le prenotazioni dovranno pervenire entro le 13 per il giorno successivo e saranno raccolte su due turni, uno la mattina e uno il pomeriggio, per garantire una turnazione più ampia possibile. Chi prenota e poi non si presenta senza avvertire, non potrà più prenotare per una settimana.

Per ottimizzare la fruizione delle postazioni ed evitare che alcune restino inutilizzate in attesa dei due interventi di igienizzazione quotidiana effettuati dalla ditta incaricata, l’amministrazione consentirà agli studenti di igienizzare in autonomia con spray disinfettante e materiale messo a disposizione dalla Biblioteca la postazione da impiegare, sia prima che al termine dell’utilizzo. La Biblioteca sta inoltre lavorando per raddoppiare le postazioni di presa di corrente.

“Si tratta di piccoli interventi di riorganizzazione del servizio che sono però fondamentali per garantire una fruizione della Biblioteca ancora migliore e in sicurezza – spiegano il sindaco Francesco Casini e l’assessora alla cultura Eleonora Francois -. Un’esigenza dettata dal fatto che sono sempre di più i giovani che trovano nella Biblioteca un luogo accogliente per studiare e preparare i loro esami”.

Ieri una delegazione di studenti ha incontrato di persona l’assessora e il personale bibliotecario. “Abbiamo condiviso – spiegano Casini e Francois – la volontà di costruire con loro un patto di collaborazione civica per una fruizione della Biblioteca in piena sicurezza. A breve stileremo insieme un decalogo di comportamenti corretti da adottare, che i ragazzi stessi ci aiuteranno a rispettare e a far rispettare, prima tra tutti la necessità di evitare assembramenti e di indossare correttamente la mascherina”.