Settant’anni e non sentirli: un pezzo di storia chiamato Bar Mario | FOTO

1184

Aperto dal 1949, il Bar Mario è un punto di riferimento per il paese di Bagno a Ripoli. Gestito da quattro generazioni dalla stessa famiglia, si avvia, nel 2019, a compiere settanta anni di attività.

Centralissimo, in Via Roma a Bagno a Ripoli, il Bar Mario è un’istituzione del capoluogo. Bar, rivendita di biglietti, generi di monopolio, punto di ristoro e di socialità.

“Il Bar Mario è aperto dal 1949 – racconta Roberto Andorlini, per cinquant’anni dietro al bancone – Furono Mario Vannetti e la moglie Nunzia ad avviare l’attività. Originari di Certaldo si trasferirono a Bagno a Ripoli con i figli Franco e Franca e i genitori di Mario Caterina e Leopoldo e rilevarono quello che era il bar gestito dalla famiglia Risaliti fin dal 1936”.

Tempo un anno e la famiglia Vannetti decide di ampliare l’offerta e fare, nello stesso locale, anche trattoria.

“Inaugurata con una festa alla presenza della popolazione e delle autorità, la trattoria richiamò subito clienti da ogni parte – continua Roberto – la specialità era il pollo alla cacciatora della signora Caterina che per prepararlo si serviva della cucina di casa attigua al bar”.

Negli anni Sessanta entrano nell’attività anche i figli dei fondatori: Franco e Franca. Il bar ha ingranato bene ed è ormai una realtà ben radicata sul territorio. Purtroppo, nel 1968, Mario perde la vita in un incidente stradale sulla Firenze-Siena. Da quel momento nell’attività subentrano Roberto, sposato da appena due mesi con Franca, e Fiorella, la moglie di Franco. Viene chiusa la trattoria ma continua il servizio di ristorazione con panini e piatti pronti e sono implementati vari altri servizi: Tabacchi, Ricevitoria, biglietti bus ATAF e SITA.

Nel solco della tradizione familiare, negli anni Ottanta entrano nell’attività anche Mario, figlio di Roberto e Franca e Laura, figlia di Fiorella e Franco. Il 1° gennaio 2018 Franca si ritira dopo oltre cinquant’anni di attività (nel bar ci è praticamente nata) e inizia a lavorare al bar Brian, figlio della moglie di Mario.

Oggi i titolari sono Mario, Laura e Fiorella, aiutati dalle commesse Claudia e Francesca.

“Negli anni – dice Roberto – il Bar Mario è diventato sempre più luogo d’incontro per la gente del paese e punto di sosta per chi è di passaggio. Giunti alla quarta generazione ci prepariamo a festeggiare, il prossimo anno, Settanta anni di attività”.

 

SHARE
Stefano Casprini (Antella, 1982). Laureato in Storia Contemporanea all'Università di Firenze, contribuisce alla redazione di testi.