Scuola Calcio Bagno a Ripoli, a Natale scendono in campo… i babbi | FOTO

328

Prima della pausa natalizia la Scuola Calcio Acd Bagno a Ripoli ha organizzato un torneo tra i genitori dei bambini delle varie squadre. Un’occasione per stare insieme e per rinforzare il legame della società con questo territorio.

A Natale scendono in campo anche i babbi. Ma il famoso Santa Claus stavolta non c’entra niente. A indossare maglietta, pantaloncini e scarpette sono stati infatti i genitori dei bambini della Scuola Calcio Bagno a Ripoli che lo scorso fine settimana hanno dato vita a un torneo appassionante e, sicuramente, assai divertente per grandi e piccini.

Dalla selezione dei genitori della classe 2005 fino a quella che ha raccolto insieme 2010-2011-2012, il sabato ha visto tutte le squadre affrontarsi una contro l’altra fino a definire il quadro delle semifinaliste della domenica mattina.

Dominatrice del torneo è stata alla fiine la formazione del 2008 che dapprima ha vinto con 9 punti il girone di qualificazione, poi ha battuto in semifinale 3-1 la selezione 2010-2011-2012 (allargata anche ai genitori 2009) e quindi in finale il 2006 (che a sua volta aveva sconfitto in semifinale il 2007). Anche in questo caso (con entrambe le Squadre che hanno giocato con la muta da calcio del Bagno a Ripoli) il 2008 si è imposto 3-1 ma il 2006 ha dato del filo da torcere fino alla fine dell’incontro sfiorando in un paio di occasioni il pareggio prima di prendere il terzo goal allo scadere.

Alla fine brindisi e pane e nutella per tutti, ma soprattutto la grande soddisfazione di Francesco Gallori, da quest’anno responsabile della Scuola Calcio. “Il nostro slogan è semplice: passione e qualità. Passione da parte mia ma anche da parte di tutti i miei tanti collaboratori e qualità in tutto quello che facciamo, dagli allenamenti ai diversivi”.

L’impegno quotidiano è tanto, ma tante sono anche le altre attività che la società cerca di organizzare per coinvolgere i ragazzi e Genitori: “Dopo alcune partite – spiega Gallori – diamo vita al ‘Terzo tempo’, un momento in cui offriamo pane e nutella oltre a succhi di frutta ai nostri avversari. Un gesto non scontato che in tanti hanno dimostrato di apprezzare davvero molto”.

Non solo. “Tutti i Giocatori della Scuola Calcio hanno partecipato insieme alla S. Messa in occasione dell’8 Dicembre in divisa di rappresentanza, abbiamo organizzato un incontro dei genitori con la nutrizionista per spiegare loro come dovrebbero essere alimentati i giocatori prima e dopo un evento sportivo e infine abbiamo dato vita a questa festa di Natale che, ai giochi per i nostri ragazzi, ha unito anche il torneo per i genitori. Un modo originale, insomma, per passare un po’ di tempo insieme e rafforzare quello spirito di condivisione e di gruppo che è alla base di tutto quello che facciamo”.

SHARE
Francesco Sangermano, nato a Firenze nel 1977 ma orgogliosamente cresciuto e vissuto sempre a Bagno a Ripoli. Grande appassionato di viaggi, di sport e di fotografia è giornalista professionista dal 2004. Prima della collaborazione con eChianti ha lavorato per il Corriere di Firenze, il Corriere di Lucca, Toscana Media News e l'Unità dove è stato vicecaposervizio della redazione toscana e uno dei responsabili dei social network per il sito unita.it.