Inizia oggi la scuola del futuro

11

Dapprima il completamento della nuova palestra alla Redi, poi lo sblocco di oltre 4 milioni da investire su vari istituti del territorio. Così Bagno a Ripoli prepara il futuro del suo sistema scolastico.

I giovani rappresentano il futuro. E se c’è una voce su cui il Comune di Bagno a Ripoli ha dimostrato di voler investire con grande forza e determinazione è proprio il settore scolastico.

Nel giro di 10 giorni, infatti, una doppia notizia ha iniziato a cambiare radicalmente il volto dei nostri istituti.

La prima è quella che arriva dalla media Redi (la potete leggere QUI) dove la palestra è stata completamente rifatta e si mostra oggi decisamente più adeguata e a misura dei ragazzi.

La seconda, invece, è quella attesa ormai da diverso tempo: oltre 4,25 milioni di euro (un quarto delle risorse complessive destinate alla nostra regione) per tre interventi decisamente importanti (QUI tutti i dettagli).

Il primo, e più importante, è senza dubbio quello per l’ampliamento e la riqualificazione del plesso scolastico “Anna Maria E. Agnoletti” del Padule per un totale di 3,3 milioni cui si sommano poi l’adeguamento antisismico della scuola secondaria “F. Redi” per un importo di 900mila euro e la riqualificazione degli impianti sportivi esterni della scuola secondaria di primo grado “F. Granacci”.

Il futuro, insomma, inizia adesso. E la Bagno a Ripoli del domani sembra proprio destinata ad avere un sistema scolastico all’avanguardia e in grado di soddisfare al meglio le esigenze dei giovani e giovanissimi del territorio.

SHARE
Francesco Sangermano, nato a Firenze nel 1977 ma orgogliosamente cresciuto e vissuto sempre a Bagno a Ripoli. Grande appassionato di viaggi, di sport e di fotografia è giornalista professionista dal 2004. Prima della collaborazione con eChianti ha lavorato per il Corriere di Firenze, il Corriere di Lucca, Toscana Media News e l'Unità dove è stato vicecaposervizio della redazione toscana e uno dei responsabili dei social network per il sito unita.it.