ACLI di Grassina, aperta la mostra personale di Antonio Matteini

96

Inaugurata, giovedì 13 aprile all’ACLI di Grassina, la mostra personale dell’artista Antonio Matteini.

Vedute di Grassina che riprendono lo stile dei Macchiaoli, figure di santi attualizzati nei costumi e nell’ambientazione, struzzi, figure allegoriche come un babbuino che tiene una bottiglia di birra e poi schizzi a penna di ritratti umani e paesaggi.

È ricca e varia la produzione di opere di Antonio Matteini, esposte a Grassina, nei giorni della Rievocazione Storica, fino al 17 aprile.

Classe 1996, grassinese ma con un piede all’Antella, il giovane artista ha frequentato il Liceo Artistico Leon Battista Alberti e ora studia Scienze della Comunicazione presso l’Università degli Studi di Firenze. Ha una passione e un talento per il disegno e la pittura che coltiva da anni.

Impegnato nella vita associativa di Bagno a Ripoli, come consigliere alla Casa del Popolo di Grassina e volontario al Crc Antella, riporta nelle sue opere il legame con la propria terra, temi di critica sociale, visioni e fantasie.

All’inaugurazione della mostra, nel pomeriggio di giovedì 13 aprile, oltre ai rappresentanti dell’ACLI e del CAT a fare gli onori di casa, c’erano tante persone curiose e interessate.

“Come la sua personalità, anche i suoi dipinti – ha detto la professoressa Maria Giovanna Ragionieri inaugurando la mostra – sono il risultato di un bagaglio scolastico ed extrascolastico”.

“Gran parte delle opere in mostra – ha continuato – si ispira al territorio. Non è un caso: Antonio riesce a conciliare il suo amore per la pittura con il legame fortissimo con la propria comunità”.

Soddisfatto anche il giovane artista: “La mostra è nata in collaborazione con l’ACLI e il CAT che mi ha contattato per portare le mie opere. Questo mi gratifica sia come artista che come cittadino di Grassina”.

La mostra si protrarrà fino al 17 aprile 2017 dalle 15.00 alle 23.00