72° Liberazione, le iniziative per il 25 Aprile

57

Il 25 aprile a Bagno a Ripoli una ricca serie di appuntamenti per celebrare i 72 anni dalla Liberazione.

Sono tante le iniziative organizzate a Bagno a Ripoli in occasione del 72° anniversario della Liberazione dell’Italia dal nazifascimo. Teatro, concerti, momenti di riflessione, attività per i più giovani.

Da sabato 22 aprile a tutto il giorno del 25, fino al 28 aprile, le associazioni del territorio hanno messo in calendario diversi eventi per commemorare i giorni della Resistenza. A Bagno a Ripoli capoluogo e nelle frazioni del Comune.

Qui il calendario completo:

Sabato 22 aprile, ore 21, presso il Circolo Sms Bagno a Ripoli, in via Roma 124, nel capoluogo, spettacolo “Muoio innocente”, canzoni della Resistenza eseguite dal Coro ‘Canto Terra Memoria’, con letture dalle Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana. Voce recitante: Rosa Sarti. Organizzazione: Circolo Sms Bagno a Ripoli, Spi-Cgil, Sezione Comunale Anpi.

Dal 22 al 28 aprile, nell’ambito dell’iniziativa “Ponte a Ema tra storia, presente e futuro”, che prosegue fino al 28 maggio, organizzata da Comitato Unitario Ponte a Ema (Anpi, Anei ex internati lager nazisti, P.A. Croce d’Oro, Auser, Centro Anziani, Ass. Amici del Museo del ciclismo G. Bartali, i Circoli Acli e l’Unione/Arci, Uisp Firenze Ciclismo, Asd Società sportiva Aquila, Asd Gs ciclisti Grassina, Parrocchia S. Piero a Ema), in collaborazione con Quartiere 3 Firenze e con il patrocinio del Comune di Bagno a Ripoli: sabato 22 aprile ore 10-13 apertura Museo Bartali, ore 9-18 Piazza Bacci Mercato dell’artigianato e dell’usato, animazione per bambini, esposizione mostra disegni Scuola primaria V. Da Feltre “La Piazza che vorrei”; domenica 23 aprile ore 10-16 apertura Museo Bartali, ore 13 Pranzo alla Scuola Vittorino da Feltre, ore 15 Lettura pagine della Resistenza intervallate da brani di chitarra di S. Massini e S. Zanobini prima viola Orchestra Regionale Toscana: brani di musica classica; martedì 25 aprile ore 9-12 Programma annuale della Giornata della Liberazione (vedi sotto); venerdì 28 aprile ore 10-13 apertura Museo Bartali, ore 21 Circolo L’Unione Canti della Resistenza con Gruppo Musiquorum.

Martedì 25 aprile, a cura di Quartiere 3 Firenze e Comune di Bagno a Ripoli: Deposizione corone sul territorio: ore 8.30, Deposizione corona ai Caduti delle Cinque Vie; ore 8.45, Deposizione corona ai Caduti del Cimitero di Ponte a Ema; ore 9.15, Ritrovo corteo davanti all’Istituto di Credito di via Benedetto Fortini; ore 9.30, partenza del corteo con la Filarmonica Cherubini; ore 9.45, Deposizione corone alle lapidi della Scuola Vittorino da Feltre a Ponte a Ema, con esecuzione degli inni ufficiali; ore 10, Commemorazione nel piazzale della scuola con Santa Messa. Intervengono: Francesco Casini, sindaco di Bagno a Ripoli; Alfredo Esposito, presidente del consiglio di quartiere 3 di Firenze; Luigi Remaschi, presidente della sez. Anpi P. Ferruzzi di Bagno a Ripoli; il Comitato Unitario di Ponte a Ema. Durante la commemorazione, nel piazzale, avrà luogo un breve spettacolo organizzato dai ragazzi della classe quinta della Scuola Vittorino da Feltre.

Martedì 25 aprile: la Smsfc Casa del Popolo di Grassina, con il patrocinio del Comune di Bagno a Ripoli, presenta la sesta edizione delle Olimpiadi dei ragazzi, giochi per i ragazzi dai 5 ai 14 anni (gincana a piedi, tiro alla fune, corsa con i sacchi, corsa a tre gambe, rigori quiz, erbavolley e altri giochi. La manifestazione si svolgerà presso il campo sportivo della Casa del Popolo, a partire dalle ore 15. Le iscrizioni obbligatorie, con un documento del genitore, si terranno dalle 14 alle 15. Festa per le famiglie e merenda per tutti. La partecipazione è gratuita. Pizzeria casa del Popolo aperta dalle 19.

Martedì 25 aprile: l’Istituto Storico della Resistenza Toscana e la Smsfc Casa del Popolo di Grassina, con il patrocinio del Comune di Bagno a Ripoli, presentano ‘No Pasaran’, concerto del Coro Novecento di Fiesole, nell’80° anniversario della Guerra di Spagna: le più belle e significative canzoni della guerra civile spagnola, con i musicisti Eleonora Tassinari, Walter Marotta, Giacomo Gentiluomo, direttrice Elena Mercuri. Ingresso libero.