Il 2018 della Biblioteca comunale, tra libri e un nuovo look

28

Un calendario ricco di eventi eterogenei e per tutte le età. Dodici mesi di incontri con gli autori, progetti con le scuole e reading in spazi rinnovati: nuova segnaletica e nuovo impianto audio.

Una cena al sacco, un comodo sacco a pelo e una nottata passata a dormire all’avventura in mezzo a scaffali pieni di libri. Sono solo alcuni degli ingredienti delle “Notti in Biblioteca”, una delle maggiori novità all’interno del ricco calendario 2018 della Biblioteca comunale di Bagno a Ripoli che si apre con il nuovo anno tra reading, laboratori, incontri con gli autori e molto altro, all’interno di spazi rinnovati a partire dalla segnaletica dei diversi ambienti.

Partendo dalle “Notti in Biblioteca”, si tratta di “pigiama party” dedicati ai bambini in età scolare che potranno fare le ore piccole, dal tramonto all’alba, immersi tra i libri con l’accompagnamento del personale della Biblioteca, con tanti giochi e letture divertenti (la prima è in programma il 25 maggio). Sono invece pensate per un pubblico più adulto le lezioni di cinema che passeranno al setaccio l’arte della narrazione filmica a 360 gradi, dalla regia alla produzione fino al doppiaggio (iscrizioni al via da febbraio).

Una conferma, invece, i progetti di “Agricoltura in Biblioteca” già sperimentati durante il corso del 2017 con grande successo di pubblico, tra laboratori di orto ma anche incontri con l’agronomo e letture a sfondo “green”. Non mancheranno, ovviamente, gli incontri con l’autore: si parte il 13 gennaio con una giornata dedicata alle firme del “giallo”, si continua il 24 gennaio con un incontro dedicato alla Costituzione e il 25 gennaio con la giornalista e scrittrice Ritanna Armeni e si prosegue, tra gli altri appuntamenti, il 3 maggio con la scrittrice Erika Bianchi che presenterà il suo libro su Gino Bartali alla viglia del Giro d’Italia. Atteso inoltre il giallista Marco Malvaldi. Un focus sarà dedicato alle figure femminili in letteratura, protagoniste oppure autrici, che hanno saputo dare una spinta innovatrice alla storia della cultura e non solo: un fil rouge che lega la Biblioteca alla mostra dedicata alle donne artiste organizzata insieme alle Gallerie degli Uffizi in programma all’Oratorio di Santa Caterina delle Ruote dall’8 marzo.

Le scuole come sempre saranno partner privilegiati. In particolare, obiettivo della Biblioteca sarà rafforzare la sinergia con le secondarie di secondo grado, con progetti innovativi come il book trailer: la creazione da parte degli studenti di brevi spot di presentazione di libri, saggi o romanzi, che potranno essere impiegati per promuoverne la lettura tra i giovani fruitori della Biblioteca. Tra le altre iniziative in collaborazione con le scuole, si contano attività legate all’astronomia e alla biologia molecolare, l’allestimento di uno scaffale mensile – affidato alle ragazze e ai ragazzi – contenente testi e letture inerenti mostre e iniziative culturali in programma nel comune e a Firenze, progetti di alternanza scuola -lavoro e preparazione alla maturità. Spazio anche al legame con il territorio, la memoria e la valorizzazione della cultura e della letteratura locale: la presentazione di testi e volumi in questo caso potrà essere accompagnata da visite guidate e passeggiate.

“Il 2018 – dicono il sindaco Francesco Casini e l’assessora comunale alla cultura Annalisa Massari – sarà un anno con l’acceleratore premuto sulla cultura. La Biblioteca è il nostro fiore all’occhiello, con un programma ricchissimo e di qualità, frutto della collaborazione e della riflessione comune dell’amministrazione, del nostro personale e dei nuovi operatori della cooperativa il Cosmo. Stiamo lavorando per rendere la struttura della Biblioteca più accogliente e fruibile: gli spazi sono stati recentemente rinnovati con l’installazione di nuova segnaletica, sta per essere sostituito l’impianto audio, ed è in corso la progettazione per la riqualificazione energetica dell’intero edificio. La Biblioteca ha chiuso il 2017 con quasi 12mila iscritti, 3330 utenti attivi in dodici mesi con un totale di 36200 documenti ‘prestati’, quasi 800 nuovi iscritti e una media di circa mille utenti alla settimana. I numeri sono molto positivi, dimostrano che la Biblioteca è molto amata, che l’ampliamento dell’orario di apertura è stato apprezzato e che siamo sulla strada giusta per renderla sempre più il riferimento della vita culturale del nostro territorio”.