2017 da record per la Biblioteca Comunale

24

Molto positivo il bilancio dello scorso anno: la maggiore novità l’estensione dell’orario al sabato pomeriggio. Boom di presenze con una media di 1000 visitatori a settimana.

Dodicimila utenti, 760 nuovi iscritti e circa 37mila libri presi in prestito da quasi 3500 persone: 2017 anno dei record per la Biblioteca comunale di Bagno a Ripoli con un boom di iscritti e di presenze. Partendo da queste, la Biblioteca ha registrato una media di quasi mille visitatori a settimana, con un picco di circa 1200 visitatori a febbraio e una tenuta anche nei mesi estivi con quasi 500 visitatori alla settimana durante il mese di agosto con la sola apertura mattutina.

Crescono anche i prestiti, 36873 in totale, di cui 5961 a bambini e adolescenti, a testimonianza di una notevole fruizione da parte di un pubblico piuttosto “verde” di lettori e studenti. I dati del prestito interbibliotecario mettono in luce come la Biblioteca (che possiede quasi 75mila volumi) sia considerata dalle persone come ben fornita di materiali vari e attuali: sono stati richiesti alle altre Biblioteche circa 2000 libri e le altre hanno chiesto alla struttura ripolese 3200 libri. Il risultato degli investimenti nella cultura da parte dell’amministrazione: nel 2017 oltre 20mila euro per acquistare libri. Per quanto riguarda l’archivio storico, nel 2017 ha registrato 89 richieste e ricerche della sezione locale, 32 richieste da parte di esterni e 143 ricerche, e 82 richieste da uffici comunali per l’archivio storico.

Durante il 2017 l’organizzazione della Biblioteca è stata rinnovata per incrementare la progettualità, i tempi di apertura al pubblico, i programmi dei lettura e gli eventi. Innanzitutto è stato esteso l’orario di apertura con l’aggiunta del sabato pomeriggio fino alle 19.30 e del mercoledì mattina aperto a tutti; solo il venerdì mattina l’accesso è riservato alle iniziative con la scuola media. Altra importante novità la collaborazione con la cooperativa “Il Cosmo” che ha comportato l’arrivo di tre nuove impiegate a 24 ore settimanali integrate nell’organico. Ricco il calendario di eventi messo in campo, con una sessantina di iniziative tra presentazioni di libri, conferenze e mostre, letture per bambini, conversazioni musicali in collaborazione con il Maggio Musicale, presentazioni di libri in collaborazione con i volontari di Bibliocoop e con l’associazione “A tutto volume”.

Tra le novità, l’organizzazione di appuntamenti legati a ricorrenze e anniversari importanti e la creazione di uno scaffale dedicato alle ricorrenze dell’anno. È stato inoltre ridefinito il progetto Biblioteche scolastiche che ha coinvolto 44 classi di scuola primaria per un totale di 958 alunni, 33 classi della scuola secondaria di primo grado per un totale di circa 800 alunni. Da segnalare, restando al mondo della scuola, anche la prima esperienza di “Biblioteen”: gli adolescenti diventano bibliotecari per 15 giorni e vale come alternanza scuola lavoro. Da segnalare anche il progetto in collaborazione con l’Ospedale di Santa Maria Annunziata “Un libro e un volontario per amico” che ha impegnato 39 volontari, per un totale di circa 766 prestiti. Durante lo scorso anno è proseguita con un bilancio molto positivo anche l’attività di Bibliocoop. A giugno sono stati inaugurati i nuovi locali a Bagno a Ripoli, a settembre si è svolto il bando per i nuovi volontari e la loro formazione: 52 persone per 2797 utenti, 65 le nuove iscrizioni, 2727 i prestiti.

Il 2017 è stato anche l’anno della riorganizzazione degli spazi e degli ambienti: sono stati rinnovati tutti i pannelli esterni che si erano deteriorati, è stato acquistato un nuovo impianto audio per la sala conferenze, ed è stata rivista la distribuzione e la collocazione dei libri nella sala lettura e nelle stanze secondo criteri di fruibilità della consultazione. La Biblioteca, inoltre, è sempre più uno spazio che supporta anche altri settori comunali: tutti i lunedì ospita lo sportello Tari e si apre anche ad altri possibili utilizzi pubblici.

“Non solo un luogo di lettura e consultazione, ma un polo culturale con molte attività rivolte a un pubblico eterogeneo e attente alla vita e alla tradizione del territorio – dicono il sindaco Francesco Casini e l’assessora alla cultura Annalisa Massari -. Un punto di riferimento per la vita culturale della nostra comunità, che vogliamo potenziare e promuovere sempre di più. I risultati parlano da soli e sono il frutto, non solo dell’impegno dell’amministrazione, ma anche del lavoro quotidiano del personale dipendente che ci mette passione e creatività”.