14 aprile a giornata dedicata alla prevenzione dell’ictus cerebrale

11

Ogni anno in Toscana 10000 persone hanno un ictus. “Ictus, conoscere per prevenire. Informazione e prevenzione dell’ictus cerebrale: interventi sul territorio”, questo il titolo della giornata sull’ictus cerebrale organizzata da AL.I.C.e (Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale) in programma sabato 14 aprile 2018 presso la Croce Rossa Bagno a Ripoli.

Ogni anno in Toscana 10000 persone hanno un ictus. L’ictus è il danno cerebrale conseguente ad un’improvvisa interruzione dell’afflusso di sangue in un’area del cervello. Le cellule nervose, private così di ossigeno e nutrienti, iniziano a morire nel giro di pochissimi minuti. Durante un ictus muoiono 2 milioni di cellule cerebrali ogni minuto. L’arma vincente contro l’ictus è la prevenzione, più dell’80% dei casi si potrebbero prevenire con semplici controlli e sani stili di vita, ma se l’ictus arriva possiamo sempre curarlo, basta agire rapidamente perché l’ictus cerebrale è un’emergenza medica. Intervenire tempestivamente può evitare morte o gravi disabilità perché consente il recupero delle funzioni cerebrali compromesse ripristinando il flusso sanguigno e l’ossigenazione.

Nella Sala Conferenze del Comitato Croce Rossa Italiana di Bagno a Ripoli, dalle ore 10, presentazione dell’iniziativa con il sindaco Francesco casini e la vicesindaca e assessora alle politiche sociali e della salute Ilaria Belli, il prof. Domenico Inzitari, già Direttore Stroke Unit AOU Careggi; Francesco Pasquinucci, presidente Comitato CRI Bagno a Ripoli; Leonardo Pasquinelli, delegato Area 2 Sociale Comitato CRI Bagno a Ripoli; il dr. Paolo Polini della Farmacia di Bagno a Ripoli e il dr. Antonino Silipigni, Presidente A.L.I.Ce Firenze.

Dalle 11 alle 17, presso i locali della CRI Bagno a Ripoli, medici e volontari di A.L.I.Ce Firenze e della CRI saranno a disposizione per la misurazione della pressione arteriosa, la misurazione della glicemia ed il calcolo del rischio di ictus con la APP ICTUS3R. Sarà anche installato un punto informativo per l’ictus cerebrale: come riconoscerlo, cosa fare in caso di ictus, come prevenirlo, come curarlo, la riabilitazione, il sostegno ai malati e alle famiglie. Durante tutto l’arco della giornata, gli utenti potranno contare sul punto ristoro gratuito curato dalle impeccabili cuoche CRI. L’evento è realizzato dall’Associazione Alice Firenze Onlus e da Croce Rossa Italiana – Comitato di Bagno a Ripoli, con il patrocinio del Comune di Bagno a Ripoli e la collaborazione della Farmacia Bagno a Ripoli.

“L’associazione A.L.I.Ce ringrazia innanzi tutto quanti stanno collaborando per rendere possibile la seconda edizione di questa giornata: il Comune, la Farmacia e la Croce Rossa, che mette a disposizione i locali – dice dr. Antonino Silipigni, Presidente A.L.I.Ce Firenze -. Il nostro primo obiettivo è far conoscere al pubblico la malattia e i mezzi per la prevenzione, la cura e la riabilitazione. Organizzare queste giornate sul territorio è perciò fondamentale. Poi ci sta anche a cuore stare accanto ai malati di ictus e ai loro familiari o comunque a chi se ne prende cura. Fare corretta informazione e aiutare nell’opera di riconoscimento dei sintomi dell’ictus presso chi opera in ambulanze e mezzi di soccorso consente ai malati di arrivare in ospedale in una situazione di preavviso che, permettendo di recuperare tanto cervello in più, salva davvero molte vite”.

“Una giornata come quella di sabato 14 aprile sarà fondamentale per la prevenzione, che svolge un ruolo sempre più importante anche per l’ictus – aggiungono il sindaco Francesco Casini e la vicesindaca Ilaria Belli -, sia per interpretare i sintomi e consentire un tempestivo intervento, sia per confrontarsi sulle conseguenze che questa malattia può portare. Grazie, quindi, alla Croce Rossa di Bagno a Ripoli che per il secondo anno ospita l’iniziativa nei suoi locali e all’associazione A.L.I.Ce per le sua attività di informazione sul territorio e di prevenzione. La giornata del 2017 ci riservò importanti soddisfazioni per il grande numero di persone che si sottopose allo screening: ci auguriamo che anche quest’anno i cittadini di Bagno a Ripoli rispondano calorosamente all’invito. L’ictus ha notevoli costi sanitari, sociali e umani: prevenirlo è fondamentale”.