11° Torneo della Befana, un successo di pubblico e di sport

56

Si è conclusa l’undicesima edizione del Torneo della Befana di Firenze, competizione nazionale di calcio giovanile regolarmente autorizzato dalla FIGC LND SGS di Roma, organizzato da Adriasport Cervia in collaborazione con la società sportiva ASD Belmonte di Firenze.

La manifestazione ha visto la partecipazione di 72 squadre,in rappresentanza di 49 Club tra dilettanti e professionisti provenienti da ogni parte d’Italia, che si sono sfidati in un totale di 190 partite durante le tre giornate del weekend dell’Epifania su sette impianti sportivi dei comuni di Firenze e Bagno a Ripoli.

Alla cerimonia inaugurale hanno partecipato, tra gli altri, l’on. Luca Lotti, ministro per lo sport, il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini, l’assessore allo sport del Comune di Firenze Andrea Vannucci e il delegato CONI Firenze Paolo Mangini, mentre ha preso parte alle premiazioni Vasco Broggi, vice Presidente LND.

Il Mori s. Stefano di Trento ha trionfato nella categoria allievi 2003, i milanesi della Rhodense nei giovanissimi 2004 e i partenopei della Cantera Portici Academy negli esordienti 2005. Scendendo di età, i bergamaschi dell’Atalanta hanno prevalso negli Esordienti 2006, i padroni di casa del Belmonte nei Pulcini 2007 e i fiorentini dell’Atletico Levane Leona nei Pulcini 2008. I piccolissimi 2009 dei “primi calci” sono invece stati premiati tutti come vincitori.

Il momento più emozionante della tre giorni di Adriasport per i giovani calciatori è stato sicuramente quello della serata di Venerdì, quando sono statitutti ospiti allo Stadio Franchi per assistere alla partita FIORENTINA – INTER, conclusa sul punteggio di 1-1, vedendo all’opera i campioni della serie A.

Un ringraziamento va a tutti i partecipanti al torneo, ai volontari dei vari impianti sportivi, alle società dilettantistiche e professionistiche iscritte, allo staff di Adriasport coordinato da Leo Lucchi, Giorgia Mariotti, Davide Caprari e Nicola Simonelli e ai comuni di Firenze e Bagno a Ripoli per l’ospitalità.